Ultimo aggiornamento: 23/07/2020

Come scegliamo

24Prodotto analizzati

19Ore impiegate

6Studi valutati

58Commenti raccolti

L’acetone è un solvente che, tra gli altri usi, viene impiegato per rimuovere lo smalto facilmente e rapidamente, grazie alle caratteristiche che ha. È un prodotto particolarmente usato perché rende possibile cambiare il tono delle unghie spesso e volentieri, visto che servono solo pochi minuti per togliersi quello precedente.

È quindi un elemento che non può mancare in casa, anche se, essendo piuttosto forte come prodotto, deve essere usato con cautela e soprattutto con coscienza. In questa guida ti daremo alcune informazioni importanti e qualche consiglio e ti descriveremo alcuni degli acetoni considerati attualmente i migliori sul mercato. Iniziamo!

Le cose più importanti in breve

  • L’acetone è uno di quei prodotti cosmetici che potresti aver visto in casa da sempre. È tradizionalmente il rimedio numero uno per togliere lo smalto.
  • Non è nocivo o dannoso per l’uomo, anche se potresti notare un po’ di pelle secca dopo l’uso. Questo viene risolto applicando una crema idratante.
  • Per scegliere il giusto acetone, devi prendere in considerazione aspetti quali i componenti o se è conforme alle normative. Ne parleremo nella sezione ‘criteri di acquisto’.

Il miglior acetone sul mercato: la nostra selezione

Tra i tuoi strumenti di bellezza, l’acetone è uno degli elementi essenziali, soprattutto se sei un’appassionata di smalti. È una formula economica e confortevole per rimuovere i resti di smalto e, in questo modo, le mani o i piedi sono pronti a ricevere subito un’altra tonalità fresca e piacevole da vedere. Qui sotto ti presentiamo alcuni dei prodotti più interessanti, composti di solo acetone o solventi che lo contengono.

L’acetone più venduto

Questo acetone proposto da Mylee viene considerato particolarmente adatto per rimuovere smalti e gel, grazie alla sua forza solvente, anche se contiene acqua e profumo. La confezione da 250 ml è il giusto formato per la maggior parte degli usi, tranne che per viaggiare. Per la maggior parte delle recensioni soddisfa le aspettative, anche se secondo qualcuno non riesce a togliere completamente il gel.

Il miglior acetone puro

Sempre nel formato da 250 ml, questo prodotto a marchio Haz offre acetone al 100%, il che garantisce una maggiore efficacia per tutti i tipi di smalto, compreso il permanente. Molto apprezzato dalle recensioni, soprattutto all’estero, che sembrano confermare la sua forza d’azione, anche se per il gel risulta essere solo un coadiuvante.

Il solvente per unghie più delicato

Questo solvente Rimmel, pur essendo principalmente di acetone, contiene anche vitamina E e glicerina, due ingredienti che possono fornire idratazione e nutrimento alle unghie. Il flacone da 100 ml è comodo e pratico anche per viaggiare. Funziona alla perfezione secondo le recensioni, con la maggior parte degli smalti (sembra però non con il semipermanente).

Guida all’acquisto: Tutto quello che devi sapere sull’acetone

Siamo tutti talmente abituati a vedere in casa l’acetone, che ormai lo consideriamo quasi un prodotto scontato. Eppure la maggior parte di noi non sa molto di questo prodotto. Se anche tu vuoi conoscerlo meglio, in questa sezione risponderemo alle domande più frequenti sull’acetone.

Estetista che mette lo smalto

L’acetone è un composto chimico presente naturalmente nell’ambiente, come negli alberi o nelle piante. (Fonte: Auremar: 81675885/ 123rf.com)

Cos’è l’acetone esattamente?

L’acetone è un composto chimico presente naturalmente nell’ambiente, come negli alberi o nelle piante. Tra le sue caratteristiche, troviamo che è un liquido trasparente (purché sia a temperatura ambiente), con un odore intenso e infiammabile. Un’altra delle sue qualità più straordinarie è che evapora facilmente. Ma soprattutto, ciò che distingue l’acetone è la sua azione solvente.

Nel campo dei cosmetici, l’acetone ha pochi rivali per rimuovere lo smalto. Basta un pezzo di cotone imbevuto di questo liquido e vedrai come scompare lo strato di colore sulle tue unghie. E poi evapora in un batter d’occhio. Non è sempre garantito un risultato perfetto invece sullo smalto semipermanente, ma è sicuramente indispensabile per la sua rimozione.

Quali sono gli usi più frequenti dell’acetone?

In campo cosmetico, oltre che per gli smalti, è anche comune trovare questo ingrediente nei trattamenti per capelli, ma solo in piccole quantità. Nell’industria tessile, l’acetone è ampiamente utilizzato proprio a causa della sua azione solvente. Quindi viene utilizzato per rimuovere le impurità dai tessuti.

Infine, è un composto presente nell’industria farmaceutica per i suoi numerosi usi. In questo settore viene utilizzato per preparare diverse medicine, facendo diluire meglio gli ingredienti. A livello casalingo invece, l’acetone viene usato per togliere le macchie, i residui di colla e molto altro.

Smalti e acetone

Nel campo dei cosmetici, l’acetone ha pochi rivali per rimuovere lo smalto. (Fonte: Alexsey Kurguzov: 122098172/ 123rf.com)

Quali sono i vantaggi e gli svantaggi dell’acetone?

L’acetone ha, come tutti i prodotti, vantaggi e svantaggi. Si trova facilmente, costa poco e permette di avere ottimi risultati senza ricorrere chissà a quali ulteriori prodotti. Però secca la pelle, richiede un idratante e alcune persone potrebbero essere allergiche. Qui sotto riassumiamo in breve i pro e i contro dell’acetone.

Vantaggi
  • Elimina lo smalto in fretta
  • È facile da usare
  • Può essere usato per più scopi
  • Non è dannoso per la salute
  • È economico
Svantaggi
  • Ha un odore penetrante
  • Può causare allergie
  • È altamente infiammabile

Che differenze ci sono tra un acetone e un solvente per unghie?

È facile pensare che un solvente per unghie sia la stessa cosa di un acetone. La prima cosa che devi sapere è che, qualche anno fa, l’acetone era l’unica soluzione per rimuovere lo smalto. Con il passare del tempo sono stati aggiunti quelli che noi chiamiamo solventi per unghie.

Il solvente per unghie è il nome generico dato a tutti quei cosmetici la cui missione è, come suggerisce il nome, eliminare i resti di smalto. Questo può contenere acetone in misura maggiore o minore o non includerlo direttamente. D’altra parte, ci sono solventi per unghie che, di fatto, sono al 100% di acetone, cioè non contengono un altro ingrediente aggiuntivo.

Per eliminare lo smalto è meglio un solvente per unghie con o senza acetone?

Ad oggi molte persone si chiedono se sia meglio un solvente per unghie con o senza acetone. Ribadiamo che l’acetone non rappresenta un rischio per la salute e non è tossico, purché sia utilizzato come indicato dalle istruzioni del produttore. Vediamo cosa distingue un’opzione dall’altra:

  • Con acetone. Se l’acetone è noto per qualcosa, è per la sua velocità nel rimuovere lo smalto. In questo non ha rivali, a dire il vero. Essendo più potente, agisce meglio anche sugli smalti semi-permanenti. Come svantaggio, è un prodotto che secca la pelle e le unghie stesse.
  • Senza acetone. I solventi per unghie senza acetone hanno guadagnato grande popolarità. Sono particolarmente indicati per chi è allergico all’acetone o nota un’irritazione delle mucose quando lo inala durante l’uso. Come svantaggio, richiedono più passaggi per rimuovere completamente lo smalto, quindi più prodotto e risultati non sempre eccezionali.
Donna che mette l'acetone sul cotone

Sbarazzarsi dello smalto con l’acetone non è complicato. (Fonte: Elnur Amikishiyev: 87667547/ 123rf.com)

Criteri di acquisto

Se ti piace cambiare continuamente lo smalto, non c’è dubbio che devi avere l’acetone a portata di mano. Questo prodotto assicurerà che le unghie tornino al loro colore naturale in pochi minuti. Naturalmente, è conveniente prendere in considerazione determinati criteri di acquisto per scegliere l’acetone giusto. Ecco secondo noi quali sono i principali:

  • Quantità
  • Dosatore
  • Sicurezza
  • Componenti

Quantità

Sembra una sciocchezza, ma devi conoscere la quantità di prodotto da acquistare, che cambia a seconda della frequenza con cui prevedi di utilizzarlo o se si tratta di un prodotto che condividerai con qualcun altro in casa. Sul mercato, è possibile trovare questo smalto per unghie in contenitori di diverse capacità: 100, 250 o 500 ml.

Ad esempio, scommettere su una bomboletta di acetone da 100 ml è molto conveniente se viaggi molto. D’altra parte, se acquisti una confezione da 500 ml, ti dimenticherai di effettuare l’acquisto per un bel po’. Ricorda di controllare la data di scadenza, perché l’effetto potrebbe diminuire con il passare del tempo.

Estetista che fa le unghie

L’acetone è un prodotto destinato ad entrare a contatto con la pelle, il che significa che deve soddisfare determinate condizioni di sicurezza. (Fonte: Dreamboxstudio: 120121302/ 123rf.com)

Dosatore

Oltre alle dimensioni del contenitore, un altro fattore fondamentale che influenza la tua esperienza d’uso è il dosatore. A seconda di come è, l’applicazione dell’acetone sarà più o meno semplice e sprecherai più o meno prodotto. La presentazione più comune è in una bottiglia con tappo a vite e l’erogazione è a pressione.

Altri modelli (i più tradizionali) hanno un forellino piccolo da cui esce il prodotto da versare direttamente sul cotone. Sono un po’ più scomodi visto che si deve usare una mano sola per versarlo. Altri contenitori incorporano una spugnetta che si imbeve tutte le volte che si rigira il prodotto e non richiedono l’uso di cotone.

Sicurezza

Ricorda che anche l’acetone ha una data di scadenza, che di solito è di 36 mesi.

L’acetone è un prodotto destinato a venire a contatto con la pelle, il che significa che deve soddisfare determinate condizioni di sicurezza. Ti consigliamo di dedicare quindi qualche minuto per esaminare l’etichetta del prodotto con le informazioni del laboratorio incaricato della sua elaborazione.

Se possibile, scegliere solo modelli sponsorizzati da laboratori riconosciuti, poiché questa è la massima garanzia. In ogni caso, assicurati anche che includa la marcatura CE (conformità europea), che indica che si tratta di un prodotto conforme alle normative europee. Infine, controlla la sezione delle precauzioni.

Componenti

L’acetone può essere presentato sul mercato con diverse formule. Da un lato, è possibile identificare i prodotti che indicano chiaramente che contengono acetone al 100%, quindi non ci sono ulteriori discussioni. Tuttavia, è sempre più comune trovare opzioni che, oltre all’acetone, sono accompagnate da altri componenti.

L’olio di ricino è uno degli ingredienti che troviamo più frequentemente nei solventi per unghie con additivi, oltre a glicerina e acqua. Come puoi vedere, l’elenco dei componenti di solito non è molto ampio. Allo stesso modo, ci sono prodotti che possono contenere agenti idratanti per combattere la pelle secca associata all’uso di acetone.

Conclusioni

Sebbene l’acetone sia comunemente associato alla sua utilità come solvente per unghie, la realtà è che è una sostanza altamente versatile e utilizzata in diversi campi. Il suo carattere solvente agisce sullo smalto, disintegrandolo completamente.

Al giorno d’oggi, con il boom di manicure e pedicure, l’acetone ha acquisito maggiore importanza se possibile, soprattutto se consideriamo che è efficace sulla maggior parte degli smalti sul mercato. Adesso che hai imparato qualcosa in più sull’acetone, le sue qualità e i suoi usi, siamo sicuri che l’apprezzerai un po’ di più.

Speriamo che tu abbia apprezzato la nostra guida e ti invitiamo a condividerla sui tuoi social network. Puoi anche lasciarci un messaggio o farci una domanda qui sotto, ti risponderemo il prima possibile. A presto!

(Fonte dell’immagine in evidenza: Ratmaner: 65608110/ 123rf.com)

Perché puoi fidarti di me?