Ultimo aggiornamento: 23/07/2020

Come scegliamo

10Prodotto analizzati

26Ore impiegate

6Studi valutati

40Commenti raccolti

Benvenuto sul nostro articolo dedicato all’aspiratore nasale. Se sei arrivato qui probabilmente è per una delle due ragioni che ti spieghiamo qui: non sai più come aiutare il tuo piccolo con il muco che abbonda e stai cercando soluzioni, oppure ti hanno già consigliato l’aspiratore nasale per i bambini e vuoi maggiori informazioni al riguardo. O è per entrambi i motivi.

Abbiamo indovinato? Se è così sei nel posto giusto. Sappiamo che esistono molte controversie sugli aspiratori nasali per i bambini. In questo articolo cercheremo quindi di chiarirti ogni dubbio al riguardo, in modo che tu possa decidere se e quale modello comprare per il tuo piccolo. Iniziamo!

Le cose più importanti in breve

  • Quando i bambini hanno il muco, si sentono a disagio perché non respirano bene e di conseguenza si lamentano. Questo problema può anche impedirgli di mangiare correttamente. Come possiamo pulire un naso così piccolo e delicato?
  • L’aspiratore nasale per bambini è un articolo per l’infanzia progettato appositamente per questo scopo e adattato alle esigenze dei più piccoli. Naturalmente bisogna saperlo usare nel modo corretto.
  • Quando devi scegliere l’aspiratore nasale per tuo figlio devi considerare aspetti come il tipo o i materiali di fabbricazione. Quando si tratta di “bambini” la precauzione non è mai troppa. Ne parleremo nella sezione dei criteri di acquisto.

I migliori aspiratori nasali per bambini sul mercato: la nostra selezione

Prima di iniziare la nostra guida, diamo un’occhiata ai migliori aspiratori nasali attualmente presenti sul marcato. Questo ti aiuterà a conoscere determinate loro caratteristiche e a scoprire anche cosa ne pensano chi li ha acquistati. Troverai infatti una nostra breve descrizione che riassume tutto questo. Speriamo così che la nostra selezione ti torni utile.

L’aspiratore nasale “a bocca” più venduto

Tanti genitori non possono sbagliarsi. Questo aspiratore nasale Chicco, uno dei più venduti su Amazon e uno dei più efficaci. Il beccuccio anatomico è morbido per risultare gradevole nel nasino del piccolo. Per utilizzarlo, il genitore deve aspirare dalla cannuccia opposta e il dispositivo permettira di rimuovere delicatamente il muco intrappolandolo nell’apposito filtro.

Secondo le recensioni può essere usato senza problemi a partire dalla nascita di un bebé. È facile da usare e da pulire e soprattutto sembra non essere troppo fastidioso per i bambini.

L’aspiratore nasale elettrico con il design più originale

Se sei in cerca di un aspiratore nasale in cui poter scegliere la potenza di aspirazione a seconda l’età del bambino e che abbia un design piacevole per i più piccoli, tieni presente questo prodotto proposto da Nosiboo, che ha il 90% delle recensioni a 4 e 5 stelle. Non contiene BPA.

Sono tante le opinioni positive, nonostante il prezzo lo renda un prodotto non adatto a tutte le tasche. Qualcuno lo ritiene un apparecchio indispensabile e particolarmente utile per chi ha bimbi di diverse età, grazie alla potenza regolabile. Un aspetto negativo è il rumore che emette, che è piuttosto fastidioso.

L’aspiratore nasale da collegare all’aspirapolvere

“Benny” è come hanno chiamato questo aspiratore nasale utilizzabile fin dalla nascita. È senza BPA e si smonta completamente per una pulizia pià semplice. Si usa facendo l’aspirazione tramite un aspirapolvere ed è datato di due beccucci da intercambiare a seconda dell’età del bambino e uno scovolino per la pulizia. Più avanti nella guida puoi trovare un video che dimostra la semplicità di utilizzo.

Ad oggi le recensioni tra le 4 e 5 stelle sono del 90%. Viene definitito favoloso, sorprendente e veloce nell’agire, e non risulta sgradevole da usare, soprattutto per i bambini che amano il rumore dell’aspirappolvere!

Guida all’acquisto: Tutto quello che devi sapere sull’aspiratore nasale per bambini

Quando devi includere un nuovo articolo per l’infanzia nella routine di cure del tuo piccolo, è normale che ti sorgano molte domande. Ora che hai capito le principali caratteristiche che hanno gli aspiratori nasali, andiamo ad approfondire alcuni importanti aspetti con le nostre risposte alla domande più frequenti su questo prodotto tanto dibattuto.

Bimbo con aspiratore nasale

La corretta manutenzione di tutti gli articoli per l’infanzia è essenziale per garantire la salute del nostro bambino.(Fonte: Taborsk: 48613946/ 123rf.com)

Cos’è un aspiratore nasale e a cosa serve?

Cominciamo dall’inizio. Gli aspirapolvere nasali per bambini sono oggetti progettati per rimuovere il muco dalle cavità nasali dei più piccoli quando non sono ancora in grado di soffiarsi il naso.

Le caratteristiche di questo prodotto lo rendono ideale per i bambini e la rimozione del muco è veloce e indolore per loro. Ecco perché molti genitori hanno deciso di aiutarsi con questi tipi di aspiratori quando i loro piccoli hanno il raffreddore.

Quanti tipi di aspiratore nasale per bambini esistono?

Come hai già visto, il mondo dell’assistenza all’infanzia avanza a passi da gigante, facendo apparire costantemente nuovi modelli e prodotti. Nel caso degli aspiratori nasali per neonati e bambini, possiamo trovare più tipi, dai più tradizionali ai più innovativi:

  • Aspiratore nasale a bulbo: il modello più classico di tutti. È un aspirapolvere manuale che aspira il muco del bambino per assorbimento, cioè quando il bulbo viene premuto e rilasciato viene aspirato via il muco. Il rischio è di spingere ancora più in profondità il muco se viene ripremuto il bulbo nel momento sbagliato.
  • Aspiratore nasale a bocca: anche questo modello è piuttosto tradizionale e il muco viene aspirato “a bocca’, ossia è il genitore che aspira tramite una cannuccia. Ovviamente deve essere un dispositivo progettato per evitare la risalita del muco verso la bocca di chi aspira.
  • Aspiratore nasale elettrico: ha un design e un funzionamento più moderni. Questi aspiratori hanno diverse capacità di aspirazione, che risultano molto utili a seconda della quantità di muco che ha il bambino.
  • Aspiratore nasale da aspirapolvere: come hai potuto vedere nella nostra selezione dei prodotti, esistono aspiratori nasali che possono essere collegati all’aspirapolvere. Puoi trovare anche un video più avanti che spiega come usarli.
  • Pinze nasali: non sono un vero e proprio aspiratore nasale, ma svolgono la stessa funzione. Sono molto utili soprattutto per rimuovere il muco superficiale che penetra nel naso del bambino.

Qual è il migliore? Dipende. Mentre i modelli più tradizionali sono più economici, ma un po’ più difficili da usare, gli aspiratori nasali elettrici funzionano automaticamente, il che semplifica il compito. Certo, sono più costosi.

Neonato con aspiratore nasale

Il siero fisiologico aiuta a inumidire le narici dei bambini, ammorbidisce il muco e ne facilita la rimozione. (Fonte: Stylephotographs: 96531332/ 123rf.com)

Come si usa un aspiratore nasale per neonati?

Quando i bambini sono un po’ più grandi, anche se non si sanno soffiare ancora il naso, il processo dell’aspirazione del muco si semplifica perché possono un minimo collaborare. Con un neonato le cose possono essere difficile se l’aspiratore nasale non viene usato nel modo corretto. Ecco qualche indicazione di massima per aiutarti in questo processo.

  • Per prima cosa, devi mantenere calmo il neonato. Ciò che accadrà dopo non sarà del tutto piacevole per lui ed è meglio che sia il più calmo possibile. Usa il suono della tua voce.
  • La posizione del bambino è fondamentale. Posizionalo su una superficie piana, di fronte a te, con la testa e le gambe leggermente sollevate.
  • Prepara l’aspiratore (a seconda del tipo).
  • Azionalo con mano ferma in una narice, continuando a parlare con voce tranquilla per far capire al piccolo che sei lì per aiutarlo.
  • Ripeti se necessario nell’altra narice.
  • Una volta aspirato il muco, continua a coccolare un paio di minuti il piccolo. Poi lava l’aspiratore e lascialo pronto per il successivo utilizzo.

Naturalmente queste sono indicazioni generali, e tu dovresti prima di tutto sempre leggere le istruttori del produttore e seguirle passo dopo passo. Se hai dubbi puoi sempre chiedere al tuo pediatra.

Quando devi usare l’aspiratore nasale?

Sebbene sia un articolo molto efficace per pulire il naso del bambino, è importante sapere che dovrebbe essere usato solo quando il bambino ha molto muco, mai come una tecnica di pulizia nasale quotidiana o di routine. In effetti, se tuo figlio ha il muco, ma respira normalmente, non dovresti ricorrere nemmeno a questo dispositivo.

Nel caso in cui sia necessario utilizzarlo, non dovresti superare tre o quattro usi al giorno. Inoltre, quando i bambini hanno il raffreddore, è meglio usare l’aspiratore nasale prima di mangiare. In questo modo, il “piccolo” avrà un naso libero e respirerà normalmente mentre si mangia. È consigliabile anche prima di metterlo a dormire.

I pediatri consigliano di usare l’aspiratore nasale?

Questa è una delle domande più frequenti sugli aspiratori nasali per i bambini. In tempi recenti, ci sono state molte polemiche su questo articolo. Nella maggior parte dei casi, il motivo per cui i pediatri non raccomandano questi prodotti è l’uso improprio che ne fanno i genitori. Se si usano in maniera scorretta, si possono per esempio provocare otiti, visto che il muco può finire nelle trombe di Eustachio(1).

Inoltre possono risultare fastidiosi per i bambini (anche se poi dopo si sentono meglio) e spesso i genitori tengono a usare gli aspiratori più del necessario, anche per un semplice raffreddore. Tuttavia, con le dovute attenzioni, gli specialisti consigliano comunque l’utilizzo, visto che possono liberare le vie aeree e migliorare la respirazione dei piccoli.

Alcuni esperti pensano che l’aspiratore possa irritare la mucosa nasale, per questo non deve essere usato troppo spesso. Inoltre qualcun altro sostiene che non sia veramente efficace nel rimuovere le secrezioni più profonde, ma solo il muco della parte anteriore del naso. Consigliano per questo l’uso dei lavaggi nasali.

Come si pulisce un aspiratore nasale?

La corretta manutenzione di tutti gli articoli per l’infanzia è essenziale per garantire la salute del nostro bambino. In questo caso, con gli aspiratori nasali, la pulizia diventa ancora più importante, poiché il muco con cui viene a contatto può essere un’enorme fonte di batteri dannosi per il bambino.

È indispensabile, dopo ogni utilizzo, pulire a fondo l’aspiratore nasale.

In questo modo è pronto per il successivo utilizzo. Smonta ciascuno dei pezzi e lavali con acqua calda e sapone neutro (quelli che si possono smontare, ovviamente). Lascia asciugare all’aria e, se vuoi, puoi sterelizzarli (controlla che sia possibile farlo con il prodotto in tuo possesso) prima di rimontare il dispositivo.

Criteri di acquisto

Sicuramente, dopo aver letto tutte le informazioni sugli aspiratori nasali del bambino, ti sei convinto di quanto possa essere utile averne uno a casa. Prima di fare la scelta finale però, ti lasciamo gli ultimi suggerimenti da tenere presenti per comprare il prodotto più adatto alle tue esigenze. Segui attentamente questi criteri:

Tipo

La prima cosa da decidere quando scegli l’aspiratore nasale ideale per il tuo bambino è il tipo. Abbiamo parlato di diversi modelli, alcuni più tradizionali di altri, offerti dal mercato. Non ne esiste uno migliore di un altro, semplicemente uno più comodo da usare rispetto a un altro. Forse quelli a bulbo possono essere i più sconsigliati, anche se ci sono genitori che si trovano bene ad utilizzarli.

Gli aspiratori a cannuccia costano poco, anche se devono essere acquistati spesso i ricambi. I modelli elettrici sono sicuramente comodi ed efficienti, ma anche più costosi inizialmente. Gli aspiratori nasali che si connettono all’aspirapolvere sono economici e pratici, ma non tutti li ritengono la migliore opzione, dipende molto dal tipo di aspirapolvere posseduta.

View this post on Instagram

Quando annunciai la mia prima gravidanza, una mia cara amica mi fece un regalo sui generis: un aspiratore nasale per muco. Ricordo ancora la sua faccia sorridente nel porgermi il pacchetto con dovizia infiocchettato. Non ho memoria, invece, della mia di faccia quando, al posto di un paio di calzini mignon, mi sono ritrovata tra le mani una pompetta di cui ignoravo l'utilizzo. La mia amica voleva rendermi l'idea di quello che, nella pratica, avrebbe significato diventare mamma spingendo la mia immaginazione oltre l'edulcorata visione che potevo essermi fatta della maternità nei mesi della dolce attesa. Qualche tempo più tardi, infatti, al primo raffreddore di Giacomo la dura realtà non ha tardato a palesarsi: nel cuore della notte, con la mano fredda e decisa di un chirurgo, attuavo la procedura del lavaggio nasale, rischiando ogni volta di andare in iperventilazione per liberare le sue intasate vie respiratorie. E così, per anni, non sono riuscita a evitare l'incubo dei lavaggi nasali. Con il tradizionale aspiratore "a polmone di mamma" andavo sempre in iperventilazione: nella foga di aspirare il più possibile e di farlo alla velocità della luce, infatti, non riuscivo mai a calibrare la forza di aspirazione. Per fortuna con Elisa non correrò più questo rischio perché ho scoperto @nosiboo_babycare che è elettrico e praticamente fa tutto lui (incluso regolare la forza di aspirazione). Finalmente non guarderò con terrore al prossimo raffreddore di Elisa, perché ho finalmente un valido alleato al mio fianco. – – – E voi a lavaggi nasali come ve la cavate? – – – #ad #mammachelibro #aspiratorenasale #nosiboo #vitadamamma #Maipiùsenza #notonlymama #lasmamitas_it #familygoals #familytrip #mothernature #humaneffect #italianmomstyle #mammeitaliane #cuoredimamma #preggo #realove #motherhood #cameramama #thehappynow #thewomoms #cuoredimamma

A post shared by Giulia Telli (@mammachelibro) on

Materiali

Naturalmente, come sempre quando un oggetto verrà utilizzato dal nostro bambino o entrerà in contatto con la sua pelle, dobbiamo prestare molta attenzione ai materiali di produzione. Questi dovrebbero essere di qualità ed essere preparati per essere usati con i bambini piccoli, cioè non devono essere tossici per loro.

Nel caso degli aspiratori nasali, i materiali più consigliati, in particolare per la parte che si introduce nel naso del bambino, sono il silicone o il PP (polipropilene), molto resistenti e ipoallergenici.

La qualità di questi materiali influenzerà anche la durata di un prodotto che userai abbastanza spesso in alcuni periodi.

Mantenimento

In terzo luogo, dobbiamo anche pensare al futuro mantenimento dell’aspiratore nasale, ovvero alla sua pulizia. In questo senso, ci sono due basi fondamentali. Da un lato, che i materiali siano di qualità. Maggiore è la qualità della plastica e dei siliconi, migliore sarà la tolleranza alla sterilizzazione, per assicurarsi una pulizia totale.

Dall’altra parte è importante pensare alla capacità di pulizia. Con questo ci riferiamo alla facilità con cui è possibile smontare il dispositivo per pulire a fondo ciascuno dei pezzi. Più è smontatabile, meglio potrai raggiungere ogni angolo per rimuovere lo sporco.

Bimbo a cui viene aspirato il muco con la peretta

Gli aspiratori nasali per bambini sono oggetti progettati per pulire le narici dei più piccoli ed eliminare il muco scomodo quando non sono ancora in grado di soffiarsi il naso. (Fonte: Demidova: 125622100/ 123rf.com)

Dimensione

Infine, parliamo di dimensioni. Sebbene possa sembrare sciocco, la dimensione dell’aspiratore nasale è molto importante per due motivi principali. Innanzitutto, al bambino non piacerà che tu lo usi quindi trovarne uno piccolo ed ergonomico ti semplificherà l’uso con una mano (se con l’altra devi tener fermo il piccolo). Inoltre, è utile che questo dispositivo non sia troppo grande per poterlo portare sempre con te.

Conclusioni

Gli aspiratori nasali per bambii sono articoli per l’infanzia molto efficaci che vengono utilizzati per eliminare il muco in eccesso nel naso dei più piccoli. Esistono diversi design, che ci consentono di utilizzare quello con cui nostro figlio si sente a proprio agio.

Ricorda che non è un dispositivo che devi usare come routine di pulizia del nasino del tuo piccolo, esistono altri apparecchi e pratiche per questo. Prima di utilizzare uno di questi aspiratori, assicurati che tuo figlio ne abbia davvero bisogna e informati sulla modalità di utilizzo del modello che scegli e sulle precauzioni da prendere.

Se la nostra guida sugli aspiratori nasali ti è piaciuta, condividila sui social network e lasciaci un commento. Ci piacerebbe conoscere la tua esperienza con questo articolo per l’infanzia di cui sta parlando così tanto negli ultimi tempi!

(Fonte dell’immagine in evidenza: 120649702/ 123rf.com)

Riferimenti (1)

1. Los fisioterapeutas desaconsejan el uso del aspirador nasal para limpiar la nariz del bebé [Internet]. cfisiomad.org. 2013 [cited 10 October 2019].
Fonte

Perché puoi fidarti di me?

Amo i fumetti, gli animali e informarmi su sport e salute. In generale, posso dire che mi piace capire come funzionano le cose. Quando scrivo, posso trattare i più disparati argomenti e anche un tema più complesso è solo una sfida a impegnarmi di più. Non sopporto molto scrivere sciocchezze, ma ogni tanto può capitare!
Articolo giornalistico dell'Associazione professionale di fisioterapisti della Comunità di Madrid (CPFCM)
Los fisioterapeutas desaconsejan el uso del aspirador nasal para limpiar la nariz del bebé [Internet]. cfisiomad.org. 2013 [cited 10 October 2019].
Vai alla fonte