Ultimo aggiornamento: 21/04/2020

Come scegliamo

23Prodotto analizzati

21Ore impiegate

6Studi valutati

72Commenti raccolti

Non vogliamo rendere questo articolo fonte di informazioni catastrofiche, ma è necessario parlare di alcuni dati relativi al cancro della pelle. L’Organizzazione mondiale della sanità ha rivelato che, ogni anno, si verificano più di due milioni di casi di questa malattia. E dato che una delle cause principali è l’esposizione al sole, gli specialisti stanno cercando di sensibilizzare i genitori.

Poiché gran parte dell’esposizione avviene prima dei 18 anni, è essenziale ridurre il contatto diretto dei bambini ai raggi ultravioletti. Non stiamo dicendo che si debba privarli del divertimento all’aria aperta, ma è importante essere consapevoli dei rischi e utilizzare una crema solare bambini con SPF più alto possibile.

Le cose più importanti in breve

  • I bambini necessitano di una maggiore protezione solare, perché la loro pelle non è ancora completamente sviluppata.
  • La crema solare non va applicata ai bambini al di sotto dei 6 mesi, poiché a tale età è necessario evitare completamente l’esposizione al sole.
  • Si raccomanda di scegliere un prodotto con fattore di protezione solare pari a 50+.

Le migliori creme solari per bambini sul mercato: la nostra selezione

Come dicevamo, l’esposizione al sole è una delle cause del cancro della pelle, ma è anche indispensabile ricordare che, con le adeguate attenzioni, il sole fa bene alla salute. Per esempio, i raggi solari stimolano la produzione di vitamina D. Vediamo quindi come e con che cosa prendersi cura dei bambini per un’esposizione breve ma sicura.

La miglior protezione solare per bambini in spray

Il latte in spray proposto da Bionike ha una protezione 50+ indicata per la pelle molto chiara e iper-reattiva, come quella dei bambini. La sua formula a tripla fotoprotezione difende dai danni a breve e lungo termine generati dai raggi solari. La confezione contiene 125 ml di prodotto.

Le recensioni (positive al 96%) dichiarano di utilizzare questo latte in spray fin dai sei mesi di un bambino. Viene consigliato anche dai dermatologi, ha una delicata profumazione e si spalma facilmente. Qualcuno non apprezza gli ingredienti poco naturali.

La protezione solare per bambini in gel più innovativa

La Roche Posay Anthelios è una crema solare per bambini con SPF50+ che ha una particolare formulazione in gel invisibile ad assorbimento istantaneo, che crea una barriera resistente anche in acqua. Sono 250 ml di prodotto.

Il 95% delle recensioni sono positive. Qualcuno la definisce “la migliore in commercio” e la consiglia non solo per i bambini, ma anche per gli adulti con pelle sensibile. Resiste davvero bene all’acqua secondo quanto riportato.

La migliore protezione solare per bambini in formato roll-on

Questo modo di applicare la crema solare per bambini è preferita da molti genitori, poiché considerano il roll-on più facile e veloce. Anche in questo caso si tratta di un prodotto resistente all’acqua con una protezione 50+. Sono 50 ml di prodotto.

Il primo evidente vantaggio di questa crema Nivea per bambini è sicuramente il formato, che viene esaltato dalle recensioni per la sua praticità. È anche piacevole da usare e viene applicato con semplicità anche dai bambini stessi.

La crema solare per bambini più naturale

Benché ci siano tante altre buone creme solari per bambini, abbiamo deciso di inserire questa per i suoi ingredienti, che sono biologici e adatti ai più piccoli. Ha un fattore di protezione un po’ più basso dei precedenti prodotti, ma è water resistant e sicura anche perché ipoallergenica. Il formato è da 100 ml.

Le recensioni non sono molte, ma come è prevedibile tutte apprezzano che sia un prodotto biologico e naturale, oltre a non essere testato sugli animali.

Guida all’acquisto: Tutto quello che devi sapere sulla crema solare bambini

I bambini sono la popolazione più vulnerabile sotto ogni aspetto e, purtroppo, l’esposizione al sole non fa eccezione. Qualsiasi ente associato alla salute ha fatto sentire la propria voce, auspicando che la protezione solare possa diventare un argomento affrontato in ogni ambito educativo. Anche noi vogliamo aderire a questa iniziativa, condividendo le seguenti informazioni.

Donna con bambino e crema solare

Dato che gran parte dell’esposizione al sole si verifica prima dei 18 anni, è essenziale ridurre il contatto diretto dei bambini con i raggi ultravioletti. (Fonte: Famveldman: 37566667/ 123rf.com)

Perché è indispensabile usare una crema solare bambini?

Come qualsiasi altro organo del corpo, la pelle dei bambini non è ancora del tutto sviluppata. Ciò è dimostrato dalle seguenti caratteristiche:

  • La pelle è più sensibile di quella degli adulti.
  • La rigenerazione della pelle non si verifica ancora correttamente.
  • Lo spessore della pelle dei bambini è cinque volte più sottile di quello di un adulto.
  • Il corpo di un bambino non produce sufficiente melanina (responsabile della pigmentazione) per proteggere dalle scottature.

Conclusione: l’utilizzo di una crema solare bambini è assolutamente indispensabile. E se tuo figlio ha meno di 3 anni, raccomandiamo di fargli trascorrere tempo molto limitato sotto i raggi del sole (1).

Dottor Lee Jong-wookEx direttore generale dell’OMS della sede di Ginevra, Svizzera

“A mano a mano che si verifica l’assottigliamento dello strato di ozono e aumenta l’abitudine di prendere il sole, il rischio di sviluppare complicazioni per la salute dovute ad un’esposizione eccessiva alle radiazioni UV sta diventando un problema importante della salute pubblica”.

Che cosa devo tenere in considerazione relativamente ad una crema solare per bambini?

Poiché si tratta di un prodotto che va applicato sulla pelle dei più piccoli, bisogna sempre leggere anche la più piccola scritta di qualsiasi etichetta. Per aiutarti, dai un’occhiata ai seguenti concetti.

  • Crema prima dell’esposizione: Ricorda che, se conti di esporre i tuoi figli al sole, devi applicare la crema solare bambini circa 20-30 minuti prima.
  • Data di scadenza: Questo dato è essenziale per verificare che il prodotto sia ancora efficace. Inoltre, una crema solare scaduta potrebbe provocare danni alla pelle dei bambini.
  • Non solo quando vanno in spiaggia: I tuoi figli devono usare sempre la crema solare, indipendentemente da dove stanno andando. Ogni volta che esci all’aria aperta, questo prodotto deve essere sempre il tuo fedele compagno.
  • Tutte le parti del corpo sono importanti!: Molte persone dimenticano alcune aree che, irrimediabilmente, rimarranno esposte al sole. Accertati di applicare la crema solare a tuo figlio su orecchie, collo, ginocchia, caviglie, parte superiore dei piedi e testa.
  • Applicazione abbondante: Non lesinare sulla quantità di prodotto. È sempre meglio troppo che troppo poco, perché una carenza di prodotto potrebbe comportare scottature al bambino.
  • Attenzione ai bambini al di sotto dei 6 mesi!: Ai piccolissimi non devi applicare alcuna crema solare, ma devi assolutamente evitare l’esposizione al sole per l’intera giornata.
  • Anche le labbra richiedono protezione: Esistono stick protettivi per le labbra. Scegline uno con SPF 30 o superiore (2).
Madre e figlia che si mettono la crema solare

I bambini necessitano di una maggiore protezione solare, perché la loro pelle non è ancora completamente sviluppata. (Fonte: Dmitry Travnikov: 39665952/ 123rf.com)

Quali sono le differenze tra la crema solare per bambini e quella per adulti?

Esistono nette differenze tra una crema solare e l’altra. Per capire chiaramente perché si tratta di due prodotto diversi, dai un’occhiata alla seguente tabella (4).

Composizione Fattore di protezione solare Consistenza Applicazione
Crema solare bambini Agenti idratanti.

Senza alcol o con una percentuale molto bassa.

A partire da 30 (blocca il 97% dei raggi UVB).

L’ideale è di 50 (blocca il 99%).

Più unta o appiccicosa. Ripetere ogni ora o dopo un lungo bagno.
Crema solare adulti Con profumi.

Con conservanti.

A partire da 15 (blocca il 93% dei raggi UVB). Meno unta. Ripetere ogni 2 ore.

Quale filtro deve presentare una crema solare bambini?

È necessario spiegare che esistono due tipi di filtri: chimici e fisici. Dato che la composizione dei primi (contengono, tra gli altri, salicilato di ottile, avobenzone, ossibenzone, octocrylene) può provocare irritazioni, per i bambini più piccoli l’ideale è utilizzare i cosiddetti filtri fisici.

I filtri fisici sono composti da minerali naturali, come l’ossido di titanio, di zinco e di ferro. Proprio perché i loro ingredienti non comportano alcun tipo di reazione allergica, sono perfetti per i bambini al di sotto dell’anno di età. Se non sai come riconoscerli, testa la loro consistenza e noterai che è molto densa e lascia uno strato bianco sulla pelle (6).

L’applicazione di una crema solare per bambini permette a mio figlio di rimanere più tempo al sole?

È sbagliato pensare che, se utilizzi una crema solare, potrai rimanere esposto al sole per un maggior numero di ore. Ciò vale senza distinzione sia per i bambini che per gli adulti. E fai attenzione a pensare che, se tuo figlio non ha caldo, è perché i raggi solari non sono molto forti. Le radiazioni ultraviolette raggiungono gli strati più profondi della pelle anche se non li avvertiamo (6).

Bimbo che sorride con la crema solare sul viso

Poiché si tratta di un prodotto che va applicato sulla pelle dei più piccoli, bisogna sempre leggere anche la più piccola scritta di qualsiasi etichetta. (Fonte: Igor Daniel: 59794265/ 123rf.com)

Criteri di acquisto

Oltre agli aspetti che vedremo qui di seguito relativi alle creme solari per bambini, è importante sapere quando i tuoi figli corrono maggiori rischi di subire scottature solari. La neve, ad esempio, riflette fino all’80% delle radiazioni UV, mentre la sabbia riflette il 15% e l’acqua del mare il 25% (7).

SPF

Le varie marche indicano il fattore di protezione solare con grandi numeri. Si consiglia sempre un fattore 50+. Tuttavia, gli esperti spiegano che dipende anche dal fototipo. I bambini sopra i 6 anni con fototipo 5 e 6, ad esempio, possono utilizzare anche il fattore 30 (4).

Di certo ti starai domandando che cosa siano i fototipi. Questa definizione indica quanto la pelle è in grado di abbronzarsi e qual è la sua capacità di reazione di fronte all’esposizione al sole. Mentre i numeri 5 e 6 si riferiscono a pelli scure e nere, i numeri 1 e 2 rappresentano le pelli più chiare e il 3 e il 4 un tono più abbronzato e ambrato.

Madre che mette la crema solare alla figlia

È necessario spiegare che esistono due tipi di filtri: chimici e fisici. (Fonte: Dmitry: Travnikov: 28410119/ 123rf.com)

Protezione

Esistono due tipi di raggi solari: UVA e UVB. Le creme solari per bambini devono utilizzare ingredienti in grado di proteggere da entrambi. Tuttavia, questo non sempre succede. Devi prestare molta attenzione alla descrizione di ciascun prodotto, perché alcuni offrono una protezione insufficiente. Ciò comporta, nel lungo periodo, un aumento del rischio di cancro alla pelle.

Tutte le creme solari bambini dovrebbero essere formulate in modo da offrire la stessa protezione, sia contro i raggi UVA che contro i raggi UVB. Per accertarti che sia così, sulla confezione del prodotto è normalmente riportata la definizione “protezione solare ad ampio spettro” (5).

Resistente all’acqua

Se non conti di utilizzare la crema solare bambini per andare in spiaggia, questo criterio non sarà essenziale. Ma se i tuoi figli amano immergersi nell’acqua, dovrai trovare una crema che resista per 40-80 minuti. Tuttavia, anche se l’etichetta indica la resistenza all’acqua, non dimenticare di applicare nuovamente il prodotto sulla pelle del tuo bambino quando uscirà dall’acqua.

Perché è tanto importante che tuo figlio sia protetto, in acqua? Perché questa sostanza riflette i raggi del sole e li intensifica. Le creme solari resistenti possono durare fino a 40 minuti nell’acqua e quelle definite molto resistenti fino a 80. Troverai anche alcuni prodotti in grado di proteggere tuo figlio dal sudore.

Dottoressa Maria Grazia GrandolfiSpecialista in pediatria

“Le creme solari a schermo totale con zinco possono essere utilizzate per bloccare la penetrazione della radiazione solare. Ma bloccano anche la sudorazione e la traspirazione della pelle. Per questo motivo, il loro utilizzo abituale rimane circoscritto a piccole aree sensibili (come il naso o la parte alta delle orecchie). Non sono consigliate per i bambini al di sotto dei 6 mesi poiché, al contatto con le mucose, risultano molto irritanti”.

Ingredienti

Anche se l’acido para-aminobenzoico (PABA, nella sua sigla inglese) è una sostanza naturale che viene aggiunta a molte creme solari, non è consigliata per le pelli sensibili. E, come abbiamo detto, la pelle dei bambini è del tutto vulnerabile di fronte a diversi componenti. Quindi, si sconsigliano creme solari per bambini con PABA, profumi o coloranti.

Tipologie

Quando pensiamo agli adulti, non teniamo particolarmente in considerazione la consistenza delle creme solari. Ma quando pensiamo invece ai bambini, questa scelta diventa importantissima. Prima di acquistare un determinato prodotto, domandati se tuo figlio è molto inquieto, se suda molto o quale sia il suo tipo di pelle. Nella tabella seguente, puoi trovare i diversi tipi di protezione solare (2).

Creme Gel Spray Stick Lozioni
Ideali per pelli secche. Perfetti da applicare sul cuoio capelluto. Facili da applicare sui più piccoli, ma attenzione a non spruzzarli sul viso. Ottimi per applicare la protezione nella zona degli occhi. Leggere e poco grasse. 

Conclusioni

È sempre necessario evitare che i più piccoli siano esposti alle possibili conseguenze delle radiazioni UV. Con una crema solare bambini, non solo potrai prevenire scottature a breve termine, ma salverai anche tuo figlio dall’invecchiamento, dalla perdita di elasticità e dalla secchezza della pelle, oltre che da possibili pigmentazioni e lentiggini sul corpo.

Ancora più importante è tenere presente che l’uso di una crema solare proteggerà i tuoi figli da cancro della pelle(7). Soprattutto nei primi anni di vita, la pelle non ha ancora sviluppato del tutto il suo meccanismo di difesa naturale dalle radiazioni UV(1). Quindi, non perdere tempo e proteggi i tuoi figli .

Se questo articolo ti è sembrato interessante, condividilo con altri genitori e comunicaci la tua opinione nella sezione dedicata ai commenti.

(Fonte dell’immagine in evidenza: Yarruta: 38974150/ 123rf.com)

Riferimenti (7)

1. Protezione solare per bambini [Internet]. Nivea.it. [Consultato 21 Gen 2020].
Fonte

2. Gibson L. Best sunscreen: Understand sunscreen options [Internet]. Mayo Clinic. 14 Set 2019 [consultato 20 Ott 2019].
Fonte

3. What are simple action steps for sun protection? [Internet]. Who.int. 28 Maggio 2015 [consultato 20 Ott 2019].
Fonte

4. García C. Diferencias entre la crema solar de niños y de adultos [Internet]. CuidatePlus. 6 Ago 2017 [consultado 20 Ott 2019].
Fonte

5. ronan K. How to Choose & Use Sunscreen [Internet]. Kidshealth.org. Ott 2017 [consultato 20 Ott 2019].
Fonte

6. Martínez García E. Protección solar en la infancia [Internet]. MAPFRE. 3 Nov 2016 [consultado 20 Oct 2019].
Fonte

7. Organización Mundial de la Salud. ÍNDICE UV SOLAR MUNDIAL [Internet]. Apps.who.int. 2003 [consultado 21 Oct 2019].
Fonte

Perché puoi fidarti di me?

Erika Cecchetto Scrittrice e traduttrice
Lavoro prevalentemente come traduttrice, professione iniziata quasi per caso ma che si è poi rivelata la mia grande passione. Amo leggere e scrivere e, quando si presenta l’occasione, mi dedico alla scrittura di articoli e testi di vario genere, avendo cura di renderli sempre scorrevoli e di gradevole lettura.
Articolo della sezione consigli di Nivea
Protezione solare per bambini [Internet]. Nivea.it. [Consultato 21 Gen 2020].
Vai alla fonte
Articolo sulla salute della Mayo Clinic
Gibson L. Best sunscreen: Understand sunscreen options [Internet]. Mayo Clinic. 14 Set 2019 [consultato 20 Ott 2019].
Vai alla fonte
Consigli della OMS
What are simple action steps for sun protection? [Internet]. Who.int. 28 Maggio 2015 [consultato 20 Ott 2019].
Vai alla fonte
Articolo
García C. Diferencias entre la crema solar de niños y de adultos [Internet]. CuidatePlus. 6 Ago 2017 [consultado 20 Ott 2019].
Vai alla fonte
Articolo di Kids health
ronan K. How to Choose & Use Sunscreen [Internet]. Kidshealth.org. Ott 2017 [consultato 20 Ott 2019].
Vai alla fonte
Articolo di Mapfre sulla salute
Martínez García E. Protección solar en la infancia [Internet]. MAPFRE. 3 Nov 2016 [consultado 20 Oct 2019].
Vai alla fonte
Guida della OMS
Organización Mundial de la Salud. ÍNDICE UV SOLAR MUNDIAL [Internet]. Apps.who.int. 2003 [consultado 21 Oct 2019].
Vai alla fonte