Le lenzuola di seta sono da sempre considerate un prodotto di lusso. Qual è la prima cosa che ti viene in mente quando pensi a questo prodotto? Probabilmente la celebre immagine di Audrey Hepburn in Colazione da Tiffany con la sua maschera, i tappi per le orecchie ed il suo gatto. Negli ultimi anni la popolarità delle lenzuola di seta è cresciuta notevolmente, forse a causa dei benefici raccontati dalle celebrità.

Tra le più famose vi è Kourtney Kardashian che ha dichiarato di dormire solo con lenzuola di seta, visto che questo tessuto non assorbe gli oli naturali della pelle evitando così la comparsa delle rughe. Sarà vero o si tratta di un racconto a scopo pubblicitario? In questo articolo cercheremo di svelare tutti i misteri che riguardano le lenzuola di seta.

Le cose più importanti in breve

  • Le lenzuola di seta, oltre ad essere molto piacevoli al tatto, hanno proprietà antiallergiche ed antibatteriche. Sono l’opzione ideale per chi soffre di allergie o ha la pelle particolarmente sensibile.
  • Puoi usarle sia in estate che in inverno: si mantengono fresche quando fa caldo ed isolano quando fa freddo. Sono perfette tutto l’anno!
  • Quando deciderai di acquistare delle lenzuola di seta dovrai considerare, tra le varie cose, il loro peso o “momme” che ti spiegheremo più avanti, ed il tipo di seta usato per confezionarle.

Classifica: Le migliori lenzuola di seta sul mercato

Le lenzuola di seta, diversamente da quelle sintetiche o di cotone, non presentano molte differenze. La maggior parte di esse presenta una texture e caratteristiche simili; quello che cambia è il peso momme ed il tipo di seta usato.  Per farti un’idea su questo tipo di lenzuola, abbiamo selezionato cinque opzioni interessanti con qualità e prezzi diversi.

Posto nº 1: Lenzuolo con Angoli ElleSilk

Lenzuolo con angoli elasticizzati in pura seta di gelso da 22 momme, Grado 6A, con un numero di fili pari a 600. Disponibile in tre dimensioni per materassi singoli (90 x 190 x 35 cm), matrimoniali (140 x 190 x 35 cm) e Queen (150 x 200 x 35 cm), ed in diversi colori: teal, avorio, bianco e nero.

Il tessuto vanta la certificazione internazionale di qualità di Oeko-Tex Standard 100, che garantisce l’assenza di sostanze tossiche e di additivi e lo rende adatto alla pelle, soprattutto in casi di ipersensibilità cutanea o allergia. Per il lavaggio, il produttore consiglia di utilizzare un detergente delicato specifico per la seta ed una temperatura di 30 °C.

Puesto nº 2: LilySilk

LilySilk propone un lenzuolo con gli angoli in seta, color avorio. Il lenzuolo è adatto a materassi alti fino a 30 cm e di dimensioni matrimoniali (140 x 200 cm). Per quanto riguarda il materiale si tratta di pura seta di gelso da 19 momme, con densità di 400 fili.

Anche in questo caso il produttore ha ricevuto la certificazione Öko-Tex Standard 100. Il produttore consiglia di lavare il lenzuolo in lavatrice purché si utilizzi un programma speciale per la seta, che assicuri temperature inferiori ai 30°C.

Puesto nº 3: sevenTimes

Lenzuolo matrimoniale (140 x 200 cm) in pura seta Charmeuse, la varietà di seta più elastica, da 19 momme e confezionato con 400 filature. Il lenzuolo è disponibile solo in color avorio, però a parte si possono acquistare altri accessori da letto da combinare con questo prodotto, come il lenzuolo con angoli e le federe.

Posto nº 4: Fashion LIFE

Ecco un set di biancheria da letto! Il materiale è una seta sintetica realizzata con fibra di poliestere (anche chiamata raso o satin) che risulta anti-allergica, antibatterica, traspirante e leggera. Il set è disponibile per materassi singoli, doppi o Queen, ed include: una o due federe, un lenzuolo con angoli ed un copriletto. Disponibile in: rosa, nero, giallo, grigio, bianco, blu, viola.

Il raso offre molti dei vantaggi della seta ad un prezzo decisamente più abbordabile e rappresenta anche un’opzione “setosa” per coloro che optano per tessuti vegani. Anche questo materiale si può lavare in lavatrice a freddo con programmi e detersivi per capi delicati, assolutamente senza candeggina o qualsiasi altro prodotto sbiancante. È preferibile evitare l’uso di asciugatrici.

Posto nº 5: White Lotus Anti Aging

Non è un lenzuolo, ma abbiamo voluto inserire questa federa visto che è di qualità e il marchio è affidabile. È una federa di pura seta di gelso, da 19 momme e confezionata con 300 filature. Viene prodotta e commercializzata per i suoi benefici ringiovanenti. Ha dimensioni 70 x 50 cm, risulta quindi adatta ad un cuscino standard ed arriva sigillata in una busta di plastica, all’interno di una scatola/confezione regalo.

È disponibile in diverse colorazioni, come il grigio perla, bianco avorio e Marine blue ed esistono altri prodotti di White Lotus Antiaging in commercio che possono essere utilizzati in combinazione. Morbidissima al tatto, aiuta ad alzarsi senza i segni del cuscino ed a migliorare la qualità del riposo.

Guida all’acquisto: Tutto quello che devi sapere sulle lenzuola di seta

Nonostante si tratti di un tessuto con una tradizione millenaria alle spalle, al giorno d’oggi per molte persone la seta è poco conosciuta. In questa sezione ti spiegheremo i vantaggi, gli svantaggi, i diversi tipi di seta esistenti oltre il tipo di cure che richiede questo tessuto pregiato.

lenzuola-di-seta-prima-xcyp1

Ti consigliamo di lavare le tue lenzuola di seta con acqua fredda.
(Fonte: Aleksander Davydov: 81112233/ 123rf.com)

Perché scegliere lenzuola di seta e non di qualsiasi altro tessuto?

Un motivo per cui fare questo acquisto può essere il loro aspetto elegante, oppure, la sensazione che dà al tatto, morbida e liscia. Per il notevole prezzo, le lenzuola di seta vengono spesso associate a un’idea di lusso. La seta però è anche la fibra naturale più resistente che si possa usare per realizzare biancheria da letto, quindi anche la più duratura.

Tanto per capirci, fino alla Seconda Guerra Mondiale i paracaduti erano fatti di seta. Ancora più resistente risulta la seta realizzata con fibre lunghe, che si ottiene srotolando i bozzoli dei bachi da seta con la massima attenzione per evitare che il filo si spezzi. Le sue qualità, di cui parleremo in seguito, rendono questo tessuto eccezionale.

Che vantaggi ha il fatto di dormire con lenzuola di seta?

Visto il prezzo abbastanza elevato delle lenzuola di seta rispetto a quelle di cotone o di altri materiali, è lecito domandarsi se ci siano effettivamente benefici addizionali. Abbiamo già visto che, con una buona cura, queste lenzuola possono durare molto più di quelle realizzate con qualsiasi altro tipo di tessuto, ma le sue qualità positive non finiscono qui:

  • La seta è una fibra naturale ipoallergenica e repellente nei confronti di acari e batteri. Per questo, il l’uso di lenzuola di questo materiale è molto raccomandato per le persone allergiche o con disturbi cutanei.
  • Non genera attrito con la pelle o i capelli, evitando così la comparsa delle tipiche  rughe da sonno, inoltra non spezza i capelli e riduce la formazione di nodi.
  • Assorbe bene i colori, sia quelli chiari che quelli scuri, pertanto non richiede l’uso di prodotti chimici tossici per la tintura; inoltre non perde tono con i lavaggi.
  • La sua lucentezza non è nemmeno lontanamente paragonabile a quella dei tessuti sintetici che cercano di imitarla.
  • È un materiale capace di regolare la temperatura corporea e di rispettare la traspirazione del corpo. In estate rimane fresca, mentre funziona da isolante durante l’inverno.
  • La cura della seta non è complicata come si pensa, infatti le lenzuola si possono lavare in lavatrice.

Quali sono gli svantaggi delle lenzuola di seta?

Benché la seta sia un materiale quasi perfetto, ha comunque qualche svantaggio di cui bisogna tener conto prima di acquistare lenzuola di questo tessuto. Non vogliamo farti cambiare idea, ma semplicemente desideriamo che tua sia a conoscenza tanto dei pro e quanto dei contro. In commercio esistono opzioni di seta sintetica che non presentano gli inconvenienti elencati di seguito:

  • Come si può intuire, la seta non è un tessuto vegano. Per produrla sono necessari i bachi da seta, che muoiono all’interno del bozzolo durante la produzione. I vegani ed i vegetariani che per scelta evitano i tessuti di origine animale, eviteranno anche la seta.
  • Si tratta di un materiale costoso da produrre ―pensa che, per ottenere un chilogrammo di seta sono necessari fino a tremila bozzoli di bachi – per questo si tratta di uno dei tessuti esistenti più cari.
  • Benché la cura della seta non sia complessa come si crede, richiede un po’ di attenzione in più rispetto ad altri tessuti.
  • Si tratta di un materiale molto resistente, però non molto elastico: se la tiri più del dovuto, probabilmente non recupererà la forma originale.
  • È sensibile alla luce del sole, quindi conviene evitare di esporla alla luce diretta.
lenzuola-di-seta-prodotto-xcyp1

Per prenderti cura delle tue lenzuola di seta, ricorda che dopo il lavaggio dovrai stenderle all’aria aperta affinché si asciughino. (Fonte: Dean Drobot: 49773912/ 123rf.com)

Quali tipi di seta esistono?

Il tipo di seta più utilizzato per confezionare lenzuola di seta è quella di gelso, però esistono altri tipi con caratteristiche e qualità diverse, come l’elasticità e la texture. Ti consigliamo di informarti sulle diverse varietà esistenti, prima di comprare un set di biancheria da letto di questo tessuto:

  • Seta di Gelso: Questa è la seta di qualità più elevata, viene prodotta utilizzando bachi di seta che si nutrono esclusivamente delle foglie di gelso.
  • Charmeuse: Il tipo di seta più popolare. È leggera ed ha una maggiore elasticità rispetto alle altre varietà. La parte superiore della seta ha una lucentezza satinata, mentre quella inferiore vanta una finitura opaca.
  • Habotai o pongé: La seta habotai non è molto cara, ma è anche meno resistente rispetto ad altre varietà. Spesso viene lavata con sabbia per renderla più morbida, pratica che deteriora le fibre del tessuto.
  • Tussah: È la seta che producono i bachi che non hanno seguito un’alimentazione specifica. Per questo motivo, questa varietà non risulta morbida e resistente come altre varietà coltivate.
  • Dupion: Realizzata con bachi che non risultano adeguati ad altre varietà di seta. Si tratta di un tessuto forte, ma più grezzo. Non si usa normalmente per confezionare lenzuola, ma fodere di trapunte o cuscini decorativi.
  • Seta sintetica o satin: più avanti parleremo della differenza tra la seta naturale e quella artificiale, che è prodotta con fibre sintetiche, come il poliestere. Questi sono tessuti facili da mantenere e possono avere una texture molto simile a quella della seta naturale, ma le qualità non sono le stesse.
foco

Sapevi che nell’Antica Roma era vietato agli uomini utilizzare abiti di seta, in quanto si trattava di un tessuto riservato strettamente alle donne? 

Come ci si prende cura in modo adeguato delle lenzuola di seta?

Come ti abbiamo anticipato, con le cure adeguate le lenzuola di seta possono mantenersi per molto tempo in perfette condizioni. Anche se può sembrarti una stupidaggine, tagliati bene le unghie – senza lasciare bordi irregolari – prima di metterti a letto ed evita di mettere in bocca le lenzuola. Per lavarle invece, cerca di seguire questi passi:

  • Non usare mai candeggina o altri prodotti sbiancanti, che potrebbero danneggiare le fibre e accorciare la durata delle lenzuola.
  • Non asciugarle nell’asciugatrice: il calore ed i movimenti bruschi potrebbero danneggiare il tessuto.
  • Puoi lavare le lenzuola a mano o con la lavatrice, purché sia con acqua fredda.
  • Dopo averle lavate, stendile e lasciale asciugare all’aria aperta ma non sotto il sole diretto.
  • Le lenzuola di seta possono essere stirate, ma sempre a temperatura bassa e per il lato posteriore della tela (quello opaco).
lenzuola-di-seta-xcyp1

Puoi stirare le lenzuola di seta utilizzando una temperatura bassa per non danneggiare il tessuto.
(Fonte: Katarzyna Białasiewicz: 35447247/ 123rf.com)

Lenzuola di seta e di satin: sono la stessa cosa?

No, anche se molte persone le confondono, le lenzuola di seta e quelle di satin sono due cose diverse. Per cominciare, la seta ed il satin sono proprio due cose diverse: la prima è una materia prima, mentre la seconda è una tecnica usata per tessere i fili, siano essi di seta o di un altro materiale. In entrambi i casi si tratta di prodotti morbidi al tatto e dotati di una lucentezza caratteristica.

Benché tradizionalmente il satin si elaborasse unicamente con fili di seta, al giorno d’oggi si usano materiali sintetici come l’acetato, il nylon, il rayon o il poliestere. Anche se l’aspetto di questi tessuti assomiglierà a quello delle lenzuola di seta, le qualità – ed ovviamente il prezzo – saranno diverse: il satin, o seta sintetica, ha un prezzo decisamente più economico.

Criteri di acquisto

Come abbiamo visto, molte volte le lenzuola di seta si assomigliano molto, ma possono differire per caratteristiche come il colore, il peso della tela o il tipo di seta usato per confezionarle. Di seguito approfondiamo i criteri da considerare per poter scegliere il prodotto più adatto alle tue esigenze ed al tuo budget:

  • Peso momme
  • Varietà della seta
  • Colori disponibili
  • Seta naturale o sintetica
  • Certificazione OEKO-TEX® STANDARD 100

Peso momme

La densità della seta si misura in momme, diversamente da quanto accade con gli altri tessuti la cui qualità dipende anche della quantità di fibre. Che cos’è un momme? Un momme (mm) corrisponde al peso, in libbre, di un pezzo di seta lungo circa 91 metri (100 iarde) e largo circa 114 centimetri (45 pollici). Sì, sembra davvero complicato, ma si tratta di un’unità di misura tradizionale.

La seta da 12 a 16 momme si usa per confezionare fazzoletti ed altri accessori. Le misure superiori, da 16 a 19 momme, sono quelle più indicate per la biancheria da letto. La seta con più di 19 momme si usa per produrre articoli che richiedono una maggior resistenza all’attrito e durabilità, come le trapunte.

lenzuola-di-seta-matrimoniale-xcyp1

Uno dei vantaggi della seta è la sua natura di fibra ipoallergenica e repellente nei confronti di acari e batteri. (Fonte: Wavebreak Media Ltd: 83604669/ 123rf.com)

Varietà di seta

Nelle sezioni anteriori abbiamo visto i diversi tipi di seta esistenti e le loro proprietà. Riassumendo, ci sono due tipi di seta: quella coltivata e quella selvatica. La seta coltivata è più liscia, più morbida ed omogenea, sia per quanto riguarda la texture che per quanto riguarda il colore. La seta selvatica invece può avere un aspetto ed una sensazione al tatto più grezza, inoltre si tratta di un prodotto più economico.

Tieni conto che la durata media delle lenzuola dipenderà anche dalla varietà di seta e dal tipo di fibre utilizzate per confezionarle. Il tipo di seta più usato per confezionare lenzuola ed in generale biancheria da letto è quella di gelso, però puoi sempre scegliere altre varietà se desideri una texture meno lucida o se non vuoi spendere molti soldi.

foco

Sapevi che furono i cinesi a scoprire come trasformare i fili dei bachi da seta? Si tratta di una tecnica che la cultura cinese ha mantenuto segreta fino al 3000 a.C., quando arrivò in Corea.

Colori disponibili

Esistono lenzuola di seta di tutti i colori immaginabili, quindi non avrai nessun problema a trovarne un paio da coordinare con il resto della tua stanza o con gli altri accessori da letto. Non tutti i produttori offrono lenzuola colorate, quindi ti conviene informarti per sapere quali sono le marche che offrono il prodotto con le caratteristiche che stai cercando.

Ricorda che non tutti i colori favoriscono il riposo nello stesso modo. Uno studio del 2013 ha evidenziato che nel caso delle persone che dormivano circondate dal colore azzurro, il sonno era più riparatore. Invece, quelle che dormivano in stanze decorate con i colori viola, marrone e grigio riposavano peggio. Che curioso!

Seta naturale o sintetica

La verità è che le lenzuola di seta non sono adatte a tutte le tasche, proprio per questo esistono lenzuola di materiali che imitano la seta. Ovviamente le lenzuola non saranno uguali a quelle di seta naturale, però si tratta di un’opzione interessante per tutte le persone che desiderano vivere un’esperienza «setosa» a letto, senza spendere troppo.

Certificazione OEKO-TEX® STANDARD 100

La certificazione OEKO-TEX® STANDARD 100 è uno standard mondiale che interessa diversi prodotti, tra cui le lenzuola di seta, per dimostrare l’assenza di sostanze chimiche tossiche. Senza dubbio, acquistare  lenzuola che abbiano questo marchio, ci farà stare più tranquilli. Non allarmatevi però, il prezzo in questo caso non sarà sempre superiore!

Tuttavia, non bisogna pensare che le lenzuola che non presentano questo marchio siano necessariamente contaminate. Probabilmente il produttore di queste lenzuola ha cercato di evitare costi addizionali. Inoltre, ricorda che la seta è meno propensa alla contaminazione rispetto ad altre fibre come il cotone.

lenzuola-di-seta-terza-xcyp1

Ricorda di non usare candeggina o altri prodotti sbiancanti sulle lenzuola di seta.
(Fonte: Hxdbzxy: 24905353/ 123rf.com)

Conclusioni

Da migliaia e migliaia di anni l’umanità usa la seta per confezionare numerosi prodotti, dall’abbigliamento alla biancheria da letto. Benché molte persone siano ancora convinte che le lenzuola da seta siano solo alla portata dei re, marchesi e stelle di Hollywood, negli ultimi anni stanno diventando davvero popolari grazie alle loro qualità.

Speriamo che il nostro articolo ti sia servito per conoscere i benefici e le caratteristiche delle lenzuola confezionate con questo materiale unico. Ricorda che sono particolarmente convenienti per le persone che soffrono di allergie o ipersensibilità cutanea, sia per le proprietà ipoallergeniche e antibatteriche, sia per la sensazione morbida al tatto.

E tu, hai mai provato a dormire avvolta in lenzuola di seta? Raccontaci la tua esperienza nei commenti, e ricordati di condividere questa guida all’acquisto!

(Fonte dell’immagine in evidenza: Katarzyna Białasiewicz: 87277640/ 123rf.com)

Vota questo articolo

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
30 Voto(i), Media: 4,50 di 5
Loading...