I portagioie, come indica il nome stesso, sono oggetti molto pratici per conservare orecchini, collane, anelli, bracciali e tutta la tua collezione di gioielli. Permettono di tenere tutto in ordine e al riparo da aria e polvere. In effetti, soprattutto nel caso della bigiotteria, l’esposizione prolungata all’ambiente esterno può danneggiarla e annerirla.

Alcune persone preferiscono dei portagioie semplici e discreti, mentre altre scelgono dei modelli più voluminosi, con vari livelli e scompartimenti. Alla fine, ognuno sceglierà il modello che ritiene più pratico. Di certo esiste una gran varietà di dimensioni, forme e materiali. A seguire, troverai una guida completa per aiutarti a scegliere il miglior portagioie sul mercato.

Le cose più importanti in breve

  •  Avere un buon portagioie ti aiuterà a risparmiare tempo quando dovrai scegliere un gioiello da indossare.
  • La capacità è un fattore fondamentale, ma anche la possibilità di distribuire e dividere i gioielli in vari scompartimenti è importante.
  • Il materiale che riveste gli interni del portagioie deve essere ben curato come quello esteriore. Infatti, il rivestimento deve essere morbido e imbottito per non danneggiare la bigiotteria.

Classifica: I migliori portagioie sul mercato

Oltre ad essere molto utili, i portagioie sono anche decorativi. Sono davvero poche le donne che non ne hanno uno in cui conservare i loro gioielli preferiti. Prima di sceglierne uno, però, dovrai valutare cosa andrai a riporre esattamente al suo interno. Inizia a conoscere meglio questo prodotto guardando la nostra lista con i portagioie più interessanti presenti sul mercato.

Posto nº 1: Sonnis

L’elegante portagioie Sonnis è suddiviso in 3 ripiani, ciascuno dei quali ha spazio a sufficienza per anelli, spille, orologi, orecchini e molto altro. L’esterno è realizzato in ecopelle, mentre l’interno ha una fodera in vellulto di un tenue colore beige. Le dimensioni del cofanetto sono 13×14×17.5cm e pesa solo 500 grammi. Il produttore sconsiglia di esporlo alla luce del sole.

Le recensioni lasciate dagli acquirenti di questo portagioie sono solo positive. Il rapporto qualità prezzo viene considerato ottimo, la capienza è adeguata per chi ha un buon numero di gioielli. È leggero e carino da vedere, quindi è consigliatissimo anche per fare un regalo non troppo impegnativo.

Posto nº 2: BalladHome

Quello della BalladHome è uno dei portagioie più venduti sul mercato. La struttura è realizzata in fiberboard (con fibre di legno) a media densità e ricoperta in ecopelle, l’interno invece è foderato in velluto. Disponibile in due colori, anche in questo caso ha 3 ripiani suddivisi a scomparti e le sue dimensioni sono 17x12x12,5 cm.

Anche in questo caso le recensioni sono perlopiù positive. Pur non risultando grandissimo, viene giudicato un portagioie capiente, pratico per essere portato in viaggio e sufficientemente robusto. I cassettini possono essere estratti, il che lo rende anche versatile. In molti si lamentano per la grandezza, quindi controlla bene se la sua misura è sufficiente per i tuoi gioielli.

Posto nº 3: SONGMICS

Se stai cercando un portagioie grande e dal design moderno ed elegante allo stesso tempo, questo prodotto Songmics è l’ideale per te. Ha ben 7 diversi scomparti ognuno dei quali divisi in maniera eccellente per offrire il massimo spazio ai gioielli di tutti i tipi. Le sue dimensioni sono 30,5×31,5×21,5 cm ed è realizzato in fiberboard, simil pelle e velluto.

Non ci sono recensioni negative al momento. Questo perché la qualità viene giudicata ottima, lo spazio veramente ampio e anzi al contrario dei modelli precedenti sorprende gli acquirenti proprio per la sua grandezza. “Va oltre le aspettatative” commenta qualcuno anche per il suo design, molto gradevole da vedere.

Posto nº 4: Lrikas

Lrikas propone un portagioie ideale per chi viaggia, viste le sue dimensioni contenute (16,5×11,5x 5,5cm). Il suo particolare design permette di contenere facilmente anelli, collane, braccialetti e molto altro, sfruttando al massimo la sua struttura. Il divisorio può essere rimosso, il che lo rende ancora più versatile nel caso di gioielli più grandi.

Un altro articolo che ha ricevuto solo recensioni positive. Il suo punto forza è la sua praticità nell’essere riposto anche in borsa. Gli scomparti sono ben divisi e permettono di portarsi dietro molti gioielli. Il rapporto qualità prezzo viene considerato ottimo, anche se per qualcuno è comunque troppo piccolo.

Posto nº 5: SONGMICS

Con un design semplice e moderno, Songmics offre la versione ridotto del prodotto che occupa il terzo posto nella nostra classifica. Ha due ripiani con una serie di utili scompartimenti, è realizzato in fiberboard a media densità (MDF), similpelle e ha il velluto come fodera interna. Le sue dimensioni sono 26×26×10 cm e il divisorio interno è removibile.

La qualità dei prodotti Songmics si conferma anche con questo portagioie che come quasi tutti i precedenti ha solo recensioni positive. Qualcuno ha inserito la sua opinione anche a distanza di un anno, confermando l’ottima qualità dei materiali che si mantengono perfetti anche con l’uso.

Guida all’acquisto: Tutto quello che devi sapere sui portagioie

I portagioie sono oggetti molto pratici che ti permetteranno di conservare con cautela i tuoi gioielli. Potrebbero sembrare semplici, ma ci sono molti aspetti da considerare prima di scegliere un modello o un altro. È per questo motivo che vogliamo chiarire alcuni dettagli che devi conoscere per fare la scelta migliore.

portagioie-prima-xcyp1

La maggior parte dei portagioie sono di legno.
(Fonte: Avemario: 42622679/ 123rf.com)

A che serve e quali sono i vantaggi di un portagioie?

La funzione dei portagioie è semplice, ma di grande importanza. Si tratta, essenzialmente, di un contenitore dove conservare e ordinare i gioielli. Per prima cosa, questi oggetti li mantengono isolati da polvere e sporcizia; allo stesso modo, li proteggono dal sole o dalle correnti d’aria che potrebbero danneggiarli.

Un’altra funzione di questi oggetti, soprattutto nel caso di gioielli preziosi, è che li mantengono al sicuro da occhi indiscreti. Infatti, ci sono dei portagioie provvisti di una chiusura di sicurezza che, non solo tengono in ordine i tuoi preziosi accessori, ma forniscono loro maggiore protezione.

Che tipi di portagioie esistono?

Al giorno d’oggi esistono tantissimi modelli di portagioie che si adattano a tutte le necessità. Ci sono quelli più classici, come quelli a forma di baule o di scrigno e a seconda del design possono avere più o meno scompartimenti.

Inoltre, ci sono anche dei portagioie specifici a seconda del tipo di gioiello. Ciò significa che, a seconda delle dimensioni, sono adatti a conservare anelli o collane, orologi o bracciali, per fare un esempio. Ci sono anche dei portagioie “musicali”, che tradizionalmente hanno all’interno una ballerina, e modelli per bambini.

foco

Sapevi che ci sono dei metalli (come l’argento e l’oro) che tendono ad annerirsi per via dell’esposizione all’aria e alla luce?

Cosa sono i portagioie verticali?

Parlando di portagioie, non possiamo tralasciare uno dei modelli più popolari di questo periodo. Stiamo parlando dei portagioie verticali, che non hanno nulla a che vedere con quelli classici a forma di semplice scatola. In effetti, si tratta di una struttura con dei ganci ai quali puoi appendere le tue collane, i bracciali o gli orecchini.

I portagioie verticali possono essere di dimensioni compatte e maneggevoli o essere alti quasi quanto un armadio. Ci sono dei modelli molto interessanti come, ad esempio, quelli che integrano uno specchio di grandi dimensioni e che possiedono degli scompartimenti nascosti per conservare i gioielli più preziosi. La scelta della grandezza dipenderà dalle tue necessità.

Qual è il modo migliore per ordinare i gioielli nei portagioie?

Scegliere un portagioie con vari scompartimenti ti aiuterà a mantenere sotto controllo e in ordine i tuoi gioielli. Non dimenticare che una delle regole più importanti è quella di evitare che i gioielli si graffino. Per questo, l’interno dei portagioie è spesso rivestito con materiali molto morbidi, come il velluto.

I portagioie, solitamente, hanno delle piccole scanalature adatte a conservare gli anelli; in questo modo eviterai di ammassarli. Ci sono anche degli scompartimenti specifici per gli orologi. Gli spazi più lunghi sono, invece, adatti alle collane e ai bracciali, mentre i più piccoli sono il luogo ideale per gli orecchini.

portagioie-prodotto-xcyp1

Per evitare che i tuoi gioielli si rovinino, cerca di mettere il tuo portagioie in un luogo fresco e asciutto. (Fonte: Manaemedia: 39766562/ 123rf.com)

Di che materiale sono fatti i portagioie?

I portagioie sono fabbricati con materiali resistenti all’esterno e rivestimenti morbidi e imbottiti per l’interno. Anticamente, i portagioie erano fatti di legno o anche di metallo. In realtà, non è raro che, al giorno d’oggi, si trovino ancora di questi materiali, per via dell’estetica vintage.

I modelli più eleganti sono rivestiti all’esterno in pelle o in finta pelle, che conferisce un tocco di sofisticatezza molto interessante. Quelli più economici, in genere, sono fabbricati in plastica resistente. Per gli interni viene usato del velluto o tessuti simili, setosi e piacevoli al tatto.

Perché è consigliabile avere un portagioie?

Avere a disposizione un portagioie è un modo per dire addio al disordine, per non impazzire cercando degli orecchini o un bracciale. Così come per gli abiti o il trucco, ordinare i gioielli ti aiuterà a trovarli molto più facilmente. Grazie ai portagioie, troverai facilmente ciò che cerchi e, oltre ad essere molto pratici, sono anche un bell’elemento decorativo.

Per questo, ti consigliamo di scegliere un portagioie che si adatti allo stile della tua stanza. Inoltre, se dovessi scegliere un modello compatto, potrai portarlo con te ovunque!

foco

Sapevi che i gioielli più antichi sono stati rinvenuti in Egitto? Precisamente, nel sarcofago di Um Al Geaab, di circa 5.000 anni fa. 

Quali sono le conseguenze del non conservare i gioielli correttamente?

I portagioie evitano che il tempo e altri agenti atmosferici deteriorino i gioielli. Ciò vuol dire che, se non li si conserva adeguatamente, potrebbero rovinarsi, scolorirsi o rompersi. Sarebbe un peccato se un gioiello si rompesse solo perché non è stato conservato correttamente.

Nel caso dell’argento è possibile che, stando a contatto con l’aria, a lungo andare si annerisca. Anche un metallo prezioso come l’oro può rovinarsi se non lo si cura abbastanza. A seconda della pietra (smeraldo, diamante, zaffiro) potrebbe perdere il suo splendore e colore naturale anche solo a causa dell’esposizione ai raggi del sole.

Quali elementi fondamentali devono essere inclusi in un portagioie?

Se cerchi un portagioie utile e duraturo, abbi cura che possieda alcuni dei seguenti elementi, se non tutti. Per prima cosa, uno specchio; in questo modo non sembrerà più un comodino e ti aiuterà a scegliere più facilmente un gioiello, perché potrai vedere come ti sta senza dover andare a specchiarti da qualche altra parte.

È consigliabile che il portagioie abbia una maniglia nella parte superiore, in modo da facilitarne il trasporto. A questo proposito, assicurati che abbia anche una chiusura di sicurezza per evitare che si apra involontariamente. Verifica, infine, che abbia cassetti, spazi e angoli di varie dimensioni per ordinare tutto in maniera funzionale.

portagioie-anelli-xcyp1

I portagioie ti aiuteranno a organizzare meglio i tuoi accessori.
(Fonte: Warrengoldswain: 38626351/ 123rf.com)

Dove va messo il portagioie?

I gioielli hanno due grandi nemici: l’umidità e il sole. Anche se li conservi in un portagioie, devi sempre tenere a mente questa premessa. Infatti, proprio per questo motivo, non è consigliabile mettere il portagioie in bagno, né tanto meno vicino ad una finestra che lascia passare molto sole.

L’ideale è che i gioielli rimangano in un posto asciutto e fresco. Quando arriva il momento di metterli a posto, abbi cura di riporre ogni pezzo in scompartimenti separati. Se hai delle collane o dei bracciali con delle catenine, chiudile prima di riporle. È importante prestare attenzione alla collocazione dei gioielli, per evitare che si formino nodi.

Criteri di acquisto

La scelta di un portagioie è soggetta a variabili come il design, i materiali o la grandezza. Dovrai pensare a tutte le varie opzioni per scegliere il modello che risponda a tutte le tue necessità. Ecco i principali aspetti da considerare prima di fare una scelta.

  • Design
  • Materiali di fabbricazione
  • Grandezza
  • Distribuzione
  • Extra

Design

La funzionalità dei portagioie va di pari passo con l’aspetto decorativo. Per questo, pensa allo stile della tua stanza e rifletti su quale tipo di portagioie possa intonarsi ad essa. Ci sono modelli a forma di scrigno o baule rettangolari che, grazie al coperchio, non faranno entrare neanche un granello di polvere. Si tratta dei più classici, anche se design e colore possono fare davvero la differenza.

Ad esempio, ci sono dei portagioie trasparenti molto moderni che, inoltre, ti permetteranno di trovare subito quello che cerchi. Ce ne sono anche alcuni che ricordano delle valigette e che sono molto comodi da trasportare, altri che includono uno specchio, e altri verticali che quasi sembrano degli armadi.

Materiale di fabbricazione

Il materiale di produzione è un altro dei dettagli principali da considerare. Il design è importante, certo, ma anche la resistenza. Anticamente, i portagioie erano fatti di legno, un materiale robusto e decorativo. Adesso, ci sono vari modelli in tanti materiali diversi, come l’MDF (fibra di densità media), plastica, pelle o metallo.

Così come l’esterno, anche l’interno deve essere esaminato accuratamente. La rigidezza della parte esterna deve essere direttamente proporzionale alla morbidezza del rivestimento interno. Infatti, i gioielli dovrebbero essere conservati su una superficie soffice che non li graffi o danneggi. I materiali più comuni, in questo caso, sono il velluto o altri tipi di tessuti imbottiti.

Grandezza

Prima di considerare la grandezza del portagioie, dovresti pensare a cosa andrai a riporre al suo interno. Ad esempio, se ti servirà principalmente per collane e altri gioielli lunghi, allora dovrai scegliere un portagioie adatto a questi. Le dimensioni sono legate alla capacità dell’articolo.

Se hai parecchi anelli, orologi, bracciali o orecchini, sarebbe meglio scegliere un portagioie con diverse sezioni. Le misure standard oscillano tra i 20 e i 30 cm di ampiezza, anche se ve ne sono di più grandi. Per quanto riguarda l’altezza, dipenderà dal numero di cassetti e scaffali integrati.

foco

Sapevi che uno dei gioielli più famosi del mondo è l’anello che appartenne alla principessa Diana del Galles? Si tratta di un anello con uno zaffiro azzurro dal valore di mezzo milione di dollari.

Distribuzione

Non serve a nulla avere un portagioie grande se non permette di distribuire adeguatamente i gioielli. È da qui che si nota l’importanza dei vari scompartimenti. Per ordinare al meglio gli accessori, è necessario che ogni pezzo disponga di uno spazio specifico per le sue dimensioni. Ad esempio, se mischiassi anelli e orecchini sarebbe il caos.

Per questo motivo, i portagioie includono degli scompartimenti specifici per ogni tipo di accessorio. Questo permette di identificare e scegliere i gioielli molto più rapidamente.

La presenza di cassetti nei portagioie dà la possibilità di distribuire meglio gli spazi. Basta aprirli per scoprire cosa c’è all’interno.

Extra

Per finire, valuta la presenza di caratteristiche extra. Ad esempio, alcune persone preferiscono i portagioie con uno specchio che permette di provare facilmente i gioielli e rimetterli a posto. Se invece vuoi spostarlo da un luogo all’altro, considera di sceglierne uno con maniglia per facilitare il trasporto.

Se hai gioielli di grande valore, l’opzione migliore è quella di scegliere un portagioie con chiusura di sicurezza con chiave, ad esempio. Anche i coperchi trasparenti renderanno più facile la scelta degli accessori. Allo stesso modo, ci sono anche dei modelli che hanno una cerniera che mantiene aperto il coperchio per quanto serve.

Conclusioni

Ora conosci l’importanza dei portagioie per ordinare i tuoi oggetti più preziosi. Sarebbe un peccato se, per mancanza di cure, i tuoi gioielli si rovinassero prima del tempo. Per questo, dedica un po’ di tempo alla scelta del portagioie ideale.

Disponibili in un’infinità di design, capacità e materiali, la cosa importante è che il portagioie piaccia a te e risponda a tutte le tue necessità. Ricorda che è un articolo che vedrai tutti i giorni sulla tua scrivania o sul tuo comò e lo apprezzerai di più se, oltre che bello, è anche utile.

Come ti è sembrata la nostra guida all’acquisto? Lascia un commento e condividila sui social!

(Fonte dell’immagine in evidenza: Tomertu: 64554899/ 123rf.com)

Vota questo articolo

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
42 Voto(i), Media: 4,50 di 5
Loading...