Cercando specificatamente una protezione solare viso, sei sicuramente una persona a conoscenza dei danni che il nostro amato sole può infliggere al nostro corpo. A parte il periodo estivo in cui ci esponiamo di più ai raggi del sole,  i dermatologi raccomandano di proteggere tutto l’anno la parte più esposta alle condizioni atmosferiche, il nostro viso.

La protezione del viso dai raggi nocivi del sole non è soltanto una questione estetica – possono comparire macchie o rughe – ma anche di salute. In Italia, secondo AIRTUM, vengono diagnosticati ogni anno circa 14.000 nuovi casi di melanoma e l’utilizzo di creme protettive è un modo efficace, semplice ed economico di prenderci cura della nostra salute.

Le cose più importanti in breve

  • Dovremmo usare tutto l’anno la protezione solare sul viso e sulle altre zone del corpo, anche nelle giornate senza sole. Si dice sia il miglior prodotto anti-età che esista!
  • Oggi, esistono prodotti che non lasciano la pelle bianca e che si assorbono molto rapidamente: sono i fotoprotettori con effetto mat, dalla consistenza acquosa o con tocco secco.
  • Quando acquisti una protezione solare viso, devi tenere in considerazione fattori come il tuo tipo di pelle (mista, secca o sensibile), il fattore di protezione e la texture del prodotto.

Classifica: La migliore protezione solare viso sul mercato

Al momento di acquistare una protezione solare viso, i consumatori si trovano di fronte ad un dilemma. Da una parte, si tratta di un prodotto che può avere ripercussioni importanti sulla nostra salute, quindi dobbiamo ricercare qualità, ma senza che il nostro portafogli ne risenta troppo. Qui di seguito, ti presentiamo diverse opzioni con un buon rapporto qualità/prezzo.

Posto nº 1: RoC Crema viso Comfort 50 SPF

Si tratta di una crema dalla texture fluida, ipoallergenica, appositamente pensata per le pelli più sensibili, ad elevata protezione (SPF 50) da raggi UVA e UVB. Priva di profumo, si assorbe rapidamente, idrata la pelle e previene i segni precoci del fotoinvecchiamento. Si presenta sotto forma di tubetto da 50 ml.

Gli acquirenti si dichiarano decisamente soddisfatti di questa protezione solare viso, soprattutto perché, nonostante l’elevato grado di protezione, si stende facilmente e si assorbe immediatamente, senza lasciare sulla pelle il tipico colore bianco di altre creme più dense. Non unge ed è ideale anche come base per il trucco.

Posto nº 2: L’Oréal Paris Sublime Sun Cellular Protect

L’Oréal presenta una crema solare per il viso antirughe e anti-macchie, ipoallergenica, che agisce a livello cellulare. È arricchita con estratti di gelsomino e vitamina E, che svolgono funzione antiossidante per combattere i radicali liberi. I filtri avanzati Mexoryl SX e UVA lunghi garantiscono una protezione più duratura.

Secondo le opinioni, si tratta di una crema che idrata la pelle e si assorbe rapidamente, senza lasciare alcuna traccia. Perfetta contro arrossamenti e scottature, ha un gradevole profumo e agisce efficacemente anche sulle pelli più sensibili. Il rapporto qualità/prezzo è considerato eccellente.

Posto nº 3: Hawaiian Tropic SENSITIVE SKIN FACE SPF 50

Questa lozione solare per viso offre una protezione ad ampio spettro contro raggi UVA e UVB, contribuendo anche a combattere l’invecchiamento precoce della pelle. Resistente all’acqua, garantisce una copertura fino a 80 minuti. Non ostruisce i pori, non appiccica e ha una texture leggera. Raccomandata dalla Skin Cancer Foundation.

Chi ha acquistato questa lozione sottolinea la sua leggerezza e il fatto che sia priva di oli e profumi, minimizzando quindi il rischio di reazioni allergiche o indesiderate. Si stende e assorbe velocemente, non lascia tracce sulla pelle e resiste bene ad acqua e sudore, rendendola ideale anche per chi fa sport.

Posto nº 4: Avène Protezione solare viso

La marca Avène, garanzia di qualità, propone questa crema ad altissima protezione (SPF 50+), particolarmente pensata per le pelli sensibili. Ipoallergenica, dermatologicamente testata, è resistente all’acqua, idrata la pelle e ha proprietà antiossidanti. Si presenta in pratico formato stick da 8 ml.

Il prodotto risulta molto apprezzato, non solo per l’utilizzo sul viso, ma anche su altre piccole parti del corpo. Numerosi acquirenti, inoltre, utilizzano abitualmente lo stick anche per proteggere dai raggi solari piccole cicatrici o tatuaggi. È comodo da portare sempre con sé, non unge e si assorbe velocemente senza lasciare segni bianchi.

Posto nº 5: ISDIN Fotoprotector Fusion Water

Espressamente pensato per l’uso quotidiano, questo fotoprotettore trasparente a base acquosa è adatto per tutti i tipi di pelle. Con protezione SPF 50+, presenta una texture fluida “tocco secco” con effetto mat. È efficace anche sulla pelle bagnata e grazie alla tecnologia safe-eye tech non brucia gli occhi e non provoca prurito.

Le recensioni di questa crema solare affermano che il prodotto risulta efficace, si assorbe velocemente e idrata la pelle. Il prezzo è però considerato un po’ troppo alto e occorre tenere conto che tra gli ingredienti ne figurano alcuni di origine petrolchimica, più il dimethicone, che secondo alcuni sarebbe tossico.

Guida all’acquisto: Tutto quello che devi sapere sulla protezione solare viso

L’acquisto di una protezione solare viso non è un compito semplice. La cosa più importante per non fare una scelta sbagliata è capire quali tipi di raggi vogliamo evitare, quali danni potremmo subire se non applicheremo la protezione solare o quali tipi di creme con SPF esistono. Qui di seguito, risponderemo a diverse domande comuni tra i consumatori.

protezione-solare-viso-prima-xcyp1

Le creme solari non organiche hanno la particolarità di assorbire i raggi del sole.
(Fonte: Wavebreak Media Ltd: 78412662/ 123rf.com)

Che cosa sono i raggi UVB e UVA e perché devo proteggermi da loro?

Per poterti difendere, devi prima di tutto sapere chiaramente chi sono i tuoi nemici. In questo caso, dovremo affrontare la radiazione solare nociva, che si suddivide in tre tipi:

  • Radiazione ultravioletta (UV)
  • Radiazione infrarossa (IR)
  • Luce visibile

La radiazione UV si divide a sua volta in tre tipi di raggi: UVA, UVB e UVC. Della radiazione UVC non dobbiamo preoccuparci, almeno per il momento, perché viene bloccata dallo strato di ozono. Gli altri due tipi di radiazioni, invece, ti raggiungono ogni volta che ti esponi al sole ed è importante proteggersi.

Tipo di raggi Caratteristiche
Raggi UVA Rappresentano il 95% della radiazione che ricevi dal sole.
Interagiscono con l’epidermide e con il derma.
Non danneggiano direttamente il DNA, ma favoriscono la formazione di radicali liberi.
Non arrossano la pelle e non sono cancerogeni come i raggi UVB, ma sono causa di fotoinvecchiamento.
Raggi UVB Rappresentano il 5% della radiazione che ricevi dal sole.
Interagiscono con l’epidermide, che è lo strato più superficiale della pelle.
Provocano danni diretti al DNA della pelle.
Provocano arrossamenti e sono causa di cancro della pelle.

Che cosa sono i fototipi e in che modo influiscono sulla protezione solare di cui ho bisogno?

In poche parole, il fototipo è la capacità della pelle di assimilare la radiazione solare. Tale capacità varia in funzione dell’etnia a cui si appartiene, ma può variare anche all’interno di una stessa etnia. Ogni fototipo richiede una protezione diversa di fronte ai raggi del sole, che viene classificata da maggiore a minore in base all’indice del fototipo:

Tipo di pelle Caratteristiche
Fototipo I Pelle molto chiara, lattea e spesso con lentiggini. Si scotta facilmente senza abbronzarsi. Occhi chiari e capelli rossi o biondi. Richiede protezione alta.
Fototipo II Pelle bianca e lentigginosa, che si scotta facilmente e si abbronza appena. Capelli biondi e occhi chiari. Richiede protezione alta.
Fototipo III Pelle bianca, che si scotta con relativa facilità e si abbronza moderatamente. Capelli e occhi chiari, ma possono anche essere castani. Richiede protezione alta.
Fototipo IV Pelle leggermente scura, che si scotta poco e si abbronza facilmente. Capelli e occhi scuri. Richiede protezione moderata.
Fototipo V Pelle scura. Non si scotta e si abbronza quasi subito, appena esposta al sole. Richiede protezione moderata.
Fototipo VI Pelle nera che non si scotta mai visibilmente. Al contrario di quanto si pensa, anche questo fenotipo richiede protezione solare moderata.

Perché è tanto importante usare la protezione solare viso?

Tutti gli esperti concordano: i fotoprotettori sono la miglior crema anti-età che esista. Alcuni dermatologi vanno ancora oltre, affermando che, usandoli quotidianamente, avremo fatto l’80% di quanto è in nostro potere per evitare l’invecchiamento della pelle. Per quanto dipenda anche da molti altri fattori, la verità è che suona allettante.

La dermatologa Livia Cadei arriva a consigliare l’uso della protezione solare viso «quotidianamente a partire dai due anni, [dato che] è la migliore garanzia per prevenire ciò che succederà alla pelle in età adulta». Di fatto, è fondamentale proteggere tutta la pelle esposta al sole – soprattutto quella del viso – 365 giorni all’anno, non solamente in estate.

protezione-solare-viso-xcyp1

Esistono alcune creme solari che rispettano l’ambiente.
(Fonte: Om: 57764867/ 123rf.com)

Come abbiamo già anticipato, l’esposizione ai raggi UVA e UVB senza adeguata protezione potrebbe non solo comportare antiestetiche e dolorose scottature, ma anche favorire l’invecchiamento prematuro della pelle e provocare il cancro. La prova inconfutabile del danno del sole è il modo in cui la pelle delle aree che solitamente rimangono nascoste si mantenga più giovane di quella di viso, mani o décolleté.

Come si applica la protezione solare viso? Prima o dopo la crema idratante? E prima o dopo il trucco?

La verità è che, come starai pensando proprio ora, non è necessario aver conseguito un master per applicare bene il fotoprotettore. Il problema si presenta quando dobbiamo combinarlo con altri prodotti, come creme idratanti o trucco. Cosa si deve applicare per primo? Che cosa per ultimo? Molte donne hanno dubbi al riguardo, perciò ci impegniamo a risolverli.

Il primo prodotto da applicare, sempre sulla pelle ben pulita, è la crema idratante. Una volta che si sarà assorbita, sarà il turno della protezione solare. Nel caso in cui ti debba truccare, dovrai aspettare qualche minuto, finché la crema solare non si sarà asciugata completamente, poi potrai truccarti come fai abitualmente.

Quali tipi di protezione solare viso esistono?

In base al metodo di azione e ai componenti, la protezione solare viso si può suddividere in tre tipi: chimica, fisica e biologica. Anche se i più comuni sono i filtri chimici, sul mercato troviamo numerose proposte che uniscono filtri chimici e fisici. Tutte quante sono sicure e soddisfano i relativi controlli di qualità.

Filtro chimico Filtro fisico Filtro biologico
Composizione Molecole chimiche, come octocrylene e oxybenzone. Minerali naturali, come ossido di zinco o di titanio. Elementi naturali, come olio d’oliva o sesamo, burro di karité, aloe vera o avocado.
Texture Leggera. Densa. Densa.
Meccanismo di azione Assorbimento dei raggi solari. Schermo che blocca il passaggio delle radiazioni. Bloccano i raggi solari e intensificano l’azione di altri protettori.
Per chi sono indicati Per persone che non abbiano precedenti di problemi dermatologici. Consigliati a tutti, ma soprattutto a bambini piccoli e persone affette da dermatite. Principalmente per bambini piccoli e adulti con problemi dermatologici.
Metodo di applicazione Applicare sempre almeno 30 minuti prima dell’esposizione. Possono essere applicati al momento dell’esposizione al sole Si consiglia di applicarli prima dell’esposizione al sole.

Come indica la dermatologa Laura Maffei, negli ultimi tempi «si è notato che alcuni ingredienti dei filtri chimici, come l’oxybenzone e l’ottilmetossicinnamato, hanno un impatto negativo sugli ecosistemi marini, poiché danneggiano i coralli e la fauna che vi vive». La decisione circa il filtro da usare spetta a te.

Si può usare la stessa crema solare per il viso e il resto del corpo?

Solo se non hai altre possibilità. La pelle del viso presenta caratteristiche proprie, soprattutto in relazione al numero di ghiandole sebacee e alla produzione di sebo. Inoltre, la pelle del viso è molto più sensibile di quella del resto del corpo ed è costantemente esposta al sole e alle varie condizioni atmosferiche.

Non solo: dovremo anche adeguare la nostra protezione solare viso al tipo di pelle che abbiamo – ne parleremo approfonditamente più avanti – per non manifestare reazioni avverse o sfoghi di acne. È anche consigliabile usare sempre un SPF più elevato per il viso rispetto al resto del corpo, e sempre superiore a 20.

protezione-solare-viso-seconda-xcyp1

Le creme solari resistenti all’acqua potranno resistere anche al sudore e all’umidità dell’ambiente. (Fonte: Melpomen: 82432307/ 123rf.com)

Come si riconosce un danno alla pelle del viso?

Dato che la pelle del viso presenta caratteristiche diverse rispetto al resto del corpo, la sua esposizione ai raggi UVA e UVB senza protezione può avere conseguenze che si potrebbero facilmente evitare usando quotidianamente un fotoprotettore. La protezione con SPF deve essere considerata un’abitudine quotidiana per la cura della pelle. I danni e i sintomi più comuni sono i seguenti:

  • Invecchiamento prematuro: rughe, perdita di elasticità, macchie senili o pelle più ruvida.
  • Fotodermatite polimorfa: esantemi o eruzioni cutanee sotto forma di piccole bolle arrossate.
  • Iperpigmentazione.
  • Eritema solare: la scottatura più comune: pelle rossa e dolorante.
  • Herpes simplex (labiale): con l’indebolimento del sistema immunitario, possono comparire lesioni, come l’herpes simplex (o herpes labiale).
  • Cancro della pelle.

Quali fattori possono aumentare il rischio di danno solare alla pelle del viso?

Anche se tutti siamo vulnerabili di fronte ai raggi del sole e non esiste alcun tipo di pelle – per quanto scura – che non si debba proteggere, è anche vero che ci sono fattori che fanno sì che una persona possa essere più o meno sensibile a tali radiazioni. Tra questi fattori, ci sono i fototipi, di cui abbiamo parlato nelle sezioni precedenti, ma non sono gli unici.

L’età, ad esempio, influisce sul tasso di incidenza del melanoma, dato che si stima che le persone tra i 55 e i 64 anni siano tre volte più inclini a soffrire di tale malattia di quelle tra i 25 e i 35 anni.
Anche il fototipo o tipo di pelle è determinante, come abbiamo già commentato in precedenza. Le persone con pelle, capelli e occhi molto chiari sono più sensibili.

Esistono determinati farmaci, come per esempio alcuni per il trattamento dell’acne o le pillole anticoncezionali, che possono aumentare la sensibilità della pelle ai raggi del sole. I trattamenti post-dermatologici, come quelli che seguono esfoliazioni chimiche o trattamenti con il laser, possono provocare ipersensibilità temporanea della pelle.

protezione-solare-viso-terza-xcyp1

La protezione solare viso ha solitamente prezzi moderati.
(Fonte: Subbotina: 39944242/ 123rf.com)

È meglio acquistare la protezione solare viso in una profumeria, in un supermercato o in una farmacia?

Il tipo di esercizio in cui acquisterai il prodotto non determinerà la qualità degli ingredienti che questo conterrà. La maggior parte dei dermatologi raccomanda prodotti di farmacia, dato che, come spiega la dermatologa Silvia Iannone, «i fotoprotettori delle farmacie sono privi di octocrylene e altre sostanze che si sono rivelate irritanti».

Il nostro consiglio è, prima di tutto, pensare a che cosa ci si aspetta da una crema solare e quali ingredienti si vogliono evitare. Con questo in mente, non farti guidare dal prezzo e analizza attentamente la formula di ciascun prodotto.

Criteri di acquisto

Fino a un po’ di tempo fa, il criterio principale al momento di acquistare una crema solare era il fatto che fosse venduta con un simpatico omaggio, come un pratico pallone per la spiaggia, un bel cappello di paglia o una comoda borsa per portare i teli in piscina. Fortunatamente, negli ultimi anni siamo diventati molto più coscienziosi e oggi teniamo in considerazione altri fattori:

  • Texture
  • Tipo di pelle
  • Fattore di protezione (SPF)
  • Ingredienti
  • Resistenza all’acqua

Texture

Molte persone non usano un fotoprotettore perché non vogliono che il viso rimanga biancastro o ricoperto da una pellicola che fatica ad assorbirsi. Ma ciò che non sanno è che la protezione solare viso si è molto evoluta, negli ultimi anni, e oggi è possibile trovarla sotto forma di spray, con tocco secco o appositamente pensata per pelle acneica o lucida.

Nel caso desiderassi un prodotto che, oltre a proteggerla, idrati la pelle, dovrai optare per creme fluide o idratanti con SPF. Se invece hai intenzione di usarlo dopo la tua crema abituale e prima del trucco, è probabile che preferirai una texture acquosa o con effetto mat.

Tipo di pelle

Anche se forse non ne sei consapevole, molto probabilmente le tue preferenze riguardo alla texture della protezione solare viso sono determinate dal tuo tipo di pelle. I prodotti più densi, sulle pelli grasse, possono provocare reazioni acneiche o effetti lucidi indesiderati, mentre i prodotti troppo acquosi possono seccare ancora di più una pelle già molto secca.

Tipo di pelle Tipo di crema consigliata
Pelle grassa o mista Texture oil free per non ostruire le ghiandole sebacee e non provocare sfoghi di acne. Mai una crema fluida o un olio.
Pelle secca Crema fluida o ricca di oli nutritivi e idratanti. In caso contrario, sarà indispensabile applicare una crema idratante tradizionale sotto il fotoprotettore.
Pelle ipersensible o allergica L’ideale, per questo tipo di pelle, sono i filtri fisici o biologici. Sono più densi, ma non provocano intolleranze o allergie. Sono adatti anche per i bambini.

Fattore di protezione (SPF)

Con i tempi che corrono, quando acquistiamo una crema solare teniamo sempre conto dell’SPF, ma sai che cosa implicano davvero i suoi diversi numeri? Il fattore di protezione solare non riguarda la protezione del filtro, ma il tempo di durata della protezione stessa. Ma, ad ogni modo, un SPF 30 non protegge il doppio di un SPF 15.

Per comprenderlo in modo chiaro, puoi pensare che la tua pelle, senza protezione, si scotta all’incirca dopo 15 minuti di esposizione al sole. Con un SPF 15, la pelle impiegherà 15 volte più tempo a diventare rossa. Per il viso si sconsigliano fattori inferiori al 30: l’ideale è usare sempre un SPF 50, anche se hai la pelle abbronzata.

View this post on Instagram

Su consiglio del gruppo @vanityspaceblog ho deciso quest'anno di provare anche io quello che viene considerato il miglior SOLARE VISO. Di solari della linea anthelios ne esistono molti, dovete fare attenzione a comprare questo con la dicitura "tocco secco". Io ho provato la versione COLORATA , quindi la mia recensione riguarderà questa, ma esiste anche non colorata. RECENSIONE🌺 1) EFFICACIA PROTETTIVA: OTTIMA. Sono stata intere giornate al sole, ovviamente l'ho riapplicata durante la giornata (dopo aver lavato il viso) e mi ha protetta alla perfezione, non mi sono arrossata e non ho avuto problemi di irritazione. 2) TEXTURE: LEGGERA E CONFORTEVOLE. Molte creme solari sono corpose e fanno fatica a stendersi, oltre a sentirsi sul viso. Questa protezione invece è leggera e si assorbe facilmente! 3)COLORAZIONE: ADORABILE. Questo è stato l'elemento che me l'ha fatta amara ancora di più. Avendo una pelle con varie discromie, andare al mare senza trucco per me è sempre un trauma 😁 avere un solare che oltre a proteggere, consenta anche di uniformare i rossori è un sogno! ❤ovviamente non è un fondotinta, ma l'effetto uniformante e cipriante, ragazze, si vede eccome! E soprattutto, nonostante il caldo, tiene sotto controllo la lucidità in modo pazzesco. 😮Per questo motivo, penso che la utilizzerò come crema solare per tutti i giorni, visto che con questo caldo anche la bb cream è insopportabile! E a questo punto sarei curiosa di provare un fondotinta della stessa linea, avete da consigliarmene?😊 P.s. un saluto speciale a @terry.misa che sentiva la mia mancanza 🤗🤗 . #cremasolareviso #protezionesolare #solare #solari #larocheposay #solareviso #summer #protezionesolareviso #anthelios

A post shared by i_consigli_di_venere🎀 (@i_consigli_di_venere) on

Ingredienti

In questo articolo, abbiamo già parlato di alcuni ingredienti controversi. Il nostro consiglio, al momento di acquistare un fotoprotettore, è cercare di evitare al massimo la presenza di alcuni parabeni, come il propylparaben o il butylparaben (che servono come conservanti), soprattutto nel caso di bambini piccoli e donne incinte.

Inoltre, è importante verificare l’eventuale presenza di sostanze sospettate di avere effetti estrogenici, come l’octyl methoxycinnamate, che spesso si usa come filtro per i raggi ultravioletti, o il butylphenyl methylpropional, che viene usato come fragranza in numerosi cosmetici, non solo nelle creme solari.

Resistenza all’acqua

La prima cosa che ci viene in mente quando pensiamo alla resistenza all’acqua è il poterci tuffare in piscina o nel mare senza doverci preoccupare della protezione della nostra pelle. È sicuramente vero, ma queste non sono le uniche occasioni in cui la protezione solare viso deve affrontare liquidi ed umidità, quindi ti raccomandiamo di tenere ben presente questo fattore.

Le creme solari resistenti all’acqua potranno anche sopportare il sudore e l’umidità ambientale. Abbiamo già detto che è consigliabile usarle quotidianamente perché, molto probabilmente, nella tua quotidianità suderai: per esempio, se vai in palestra o se cammini fino al tuo luogo di lavoro. Prima di acquistare un fotoprotettore, devi valutare se te ne serve uno resistente all’acqua.

Conclusioni

La protezione solare viso dovrebbe far parte della tua routine quotidiana durante tutto l’anno. Eppure, al giorno d’oggi molti pensano che sia necessario applicare un fotoprotettore soltanto durante le vacanze estive, e commettono un errore gravissimo! Ci auguriamo che questa guida ti sia servita per acquisire un po’ di consapevolezza in più sull’importanza di questo prodotto.

Le conseguenze di non proteggere le zone della pelle esposte al sole possono essere molto serie: da una parte, c’è l’invecchiamento cutaneo, che è sicuramente un problema estetico, ma molto più preoccupanti sono i melanomi e altri tumori della pelle. Ricorda che, in caso di comparsa di un neo o di una macchia sospetta, devi rivolgerti senza esitazioni al tuo medico.

E tu, eri una di quelle persone già al corrente di tutto o stai vivendo ora il tuo processo di sensibilizzazione riguardo alla cura della pelle? Raccontaci le tue esperienze nella sezione dedicata ai commenti e, se l’hai trovato interessante, non esitare a condividere questo articolo.

(Fonte dell’immagine in evidenza: Maridav: 19808577/ 123rf.com)

Vota questo articolo

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
30 Voto(i), Media: 4,00 di 5
Loading...